RSS

[Pseudobiblia] L’ultimo esorcismo (2010)

08 Mar

Per l’altro mio blog, “Il Zinefilo“, ho già recensito il film “L’ultimo esorcismo” (The Last Exorcism, 2010) di Daniel Stamm (in DVD Eagle Pictures), ma qui vale la pena presentare alcune schermate – tratte dall’edizione su Prime Video – del libro che apre la vicenda.

All’inizio della storia vediamo il predicatore stana-truffe Cotton Marcus (Patrick Fabian) che va a trovare suo padre, un vecchio esorcista con in cassaforte un volume misterioso.

Dalla cassaforte l’uomo tira fuori un volume che sembra antico ma la cui rilegatura è un po’ troppo moderna: diciamo che è un libro ottocentesco che aspira a sembrare un testo molto più antico.

Il vecchio esorcista, padre del predicatore, ci rivela il titolo del volume: “Hortus deliciarum“, “Il giardino delle delizie”, «venti copie al mondo».

Vediamo primi piani di un testo scritto in uno strano testo latino pieno però di inglesismi.

«Questo libro descrive i vari tipi di demòni, aiutata a identificarli e alla fine suggerisce il metodo più adeguato per liberarsi di loro.»

L’uomo, a sua detta, ha compiuto ben 150 esorcismi con questo testo.

Non ho capito se esiste davvero questo “latino inglese” o l’autore del volume usato per le riprese non aveva voglia di usare un qualche Lore ipsum, cioè un testo latineggiante senza significato da usare come riempitivo, comunque il libro scompare ben presto e avrà ben poca importanza nella vicenda: è giusto una nota di colore per dare un tono al film. Gli pseudobiblia servono spesso solo a questo.

L.

– Ultimi “libri falsi”:

 
4 commenti

Pubblicato da su marzo 8, 2023 in Pseudobiblia

 

Tag:

4 risposte a “[Pseudobiblia] L’ultimo esorcismo (2010)

  1. Austin Dove

    marzo 9, 2023 at 11:49 am

    però le miniature sono belline

    Piace a 1 persona

     
  2. Conte Gracula

    marzo 10, 2023 at 12:57 am

    Molto bello da vedere, già dalla copertina! Se abbinassero questi oggetti a film più efficaci, farebbero più soldi vendendo le repliche che staccando i biglietti al cinema.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      marzo 10, 2023 at 6:09 am

      Infatti trovo terribile che un così grande impegno e bravura siano poi abbinati a film dimenticabili, dove il frutto di quel lavoro è mostrato per qualche secondo. Ci saranno depositi pieni di libri falsi creati per i film: perché non farci un bel museo? ^_^

      Piace a 1 persona

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: