RSS

Guerre e guerrieri 2023 (1)

Cover di Luca Patrian

Con l’inizio dell’anno ho scoperto un novello interesse per le riviste di storia, sia per la forma più breve degli articoli rispetto ai libri, quindi meglio gestibile nei “tempi morti” della giornata, sia per gustare in pillole certi argomenti che non avrei mai approfondito spontaneamente, scoprendo così spunti interessanti anche dove non li avrei mai cercati.

Per fissare la memoria di quanto letto, ma anche per cercare di “contagiare” chi magari non si mettere mai a leggere di storia, inizio a raccontare in breve le parti più “succose” degli articoli letti, in questo caso dal bimestrale “Storie di Guerre e Guerrieri” n. 47 (febbraio-marzo 2023), edito da Sprea S.p.A. (la stessa casa editrice di riviste come “BBC History”, Civiltà romana”, ecc.)

Quelli che seguono sono miei condensati di articoli dettagliati presenti nella rivista: qualsiasi svista o imprecisione va imputata solo a me, e per qualsiasi approfondimento invito a consultare l’articolo originale in questione.

Read the rest of this entry »

 
2 commenti

Pubblicato da su febbraio 3, 2023 in Recensioni

 

Tag:

Consigli per scrittori da Kameron Hurley (2016)

«Il miglior consiglio per la carriera da scrittrice che io abbia mai ricevuto non è stato “Scrivi ogni giorno” (anche perché certamente io non scrivo ogni giorno), bensì “Non lasciare il tuo lavoro per scrivere”»: così la giovane autrice statunitense Kameron Hurley (che ho conosciuto con un romanzo che recensirò appena l’avrò finito) inizia il suo delizioso intervento sulla rivista “Locus Magazine” (n. 667, agosto 2016), dove porta un po’ di sano realismo in un mondo che ormai è diventato fatato, dove cioè la narrativa popolare mostra scrittori che si arricchiscono pubblicando romanzi (l’autrice cita il fuorviante esempio della serie TV “Castle”, con protagonista uno scrittore diventato ricco e famoso grazie a una serie di gialli): si rischia di dimenticare che quelle sono rare e felici eccezioni, non la regola.

«Sono pochi gli scrittori che riescono ad arrivare a un compenso di 40 mila dollari l’anno solo grazie ai loro romanzi», ci spiega la Hurley, segno che molti di più devono integrare in altri modi. Specifico subito che l’autrice sta parlando del mercato americano, non necessariamente i suoi dati possono sovrapporsi al mercato italiano, ma a occhio direi che siamo da quelle parti, visto che io stesso – come lei – ho conosciuto tanti scrittori pubblicati, anche da grandi case, che però solamente in rarissimi casi riuscivano a campare solo di scrittura.

Read the rest of this entry »

 
5 commenti

Pubblicato da su gennaio 31, 2023 in Recensioni

 

[Pseudobiblia] La confessione di un marito (2015)

Accorrete tutti per il librone del momento!

Tappa brevissima nel viaggio fra i filmetti televisivi in cui la trama verta su uno scrittore, con relativi “libri falsi” da gustare. Oggi è il turno di “La confessione di un marito” (A Husband’s Confession, o The Preacher’s Sin, 2015) scritto e diretto da Michelle Mower.

Le schermate del post sono tratte dalla replica del 21 ottobre 2021 su Rete4.

Il predicatore che razzola male

«Se vi trovate a Filadelfia, venite alla libreria “Soulful Books”, lunedì sera tra le 18 e le 21: io sarò lì a firmare le copie del mio nuovo libro “La Bibbia dei genitori” (The Godly Parent’s Bible). Mi piacerebbe incontrarvi.»

A parlare è il pastore Evan Tanning (J.R. Bourne), che oltre a fare il conduttore radiofonico per la trasmissione “Famiglia in prima linea” scrive anche libri che insegnino ai genitori a rapportarsi con i figli: il problema è che Evan ha una famiglia disastrata, quindi è il classico caso in cui si dovrebbe fare ciò che il predicatore dice, non quello che fa.

Sin da subito infatti l’uomo di fede ci viene mostrato alle prese con beghe familiari varie, per esempio è tutore legale di una nipote scapestrata che combina guai su guai con la giustizia, e all’improvviso scopre che una sua scappatella durante il servizio militare ha fruttato un figlio che ignorava di avere. Per il bacchettonismo americano è roba esplosiva, soprattutto per un pastore che riempie l’etere coi suoi radio-sermoni e le librerie con i suoi libri-sermoni.

Purtroppo lo pseudobiblion di aiuto genitoriale esce subito di scena, ed è un peccato vista la quantità di “veri” volumi prodotti con la falsa copertina, intravisti solo per alcuni fotogrammi. Chissà se poi gli oggettisti di scena mettono su eBay queste pseudo-biblioteche di libri creati appositamente per prodotti televisivi.

L.

– Ultimi “libri falsi”:

 
Lascia un commento

Pubblicato da su gennaio 27, 2023 in Pseudobiblia

 

Tag: ,

[Books in Movies] The Rig 1×01 (2023)

La nuova serie televisiva di Prime Video, la britannica “The Rig” (2023) diretta da John Strickland, si apre nel migliore dei modi: con una citazione libraria!

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su gennaio 25, 2023 in Books in Movies

 

Storia della pasta in 10 piatti (Audible 2022)

Avendo trovato sorprendente e (è il caso di dirlo) gustosa la storia della pasta italiana, già affrontata qui, scoperto che nel dicembre 2022 Audible ha portato in audiolibro “Storia della pasta in dieci piatti. Dai tortellini alla carbonara” di Luca Cesari, presentato da Il Saggiatore in libreria nel 2021, non ho resistito a tuffarmici, armato di cucchiaio e forchetta.

A Gustavo La Volpe, con voce perfetta e intonazione guizzante, servono dieci ore per leggere questo delizioso viaggio alla scoperta di verità scomode e che, sono sicuro, avranno fatto infuriare tutti gli esperti di “cucina tradizionale”, cioè tutti gli italiani tranne me.

Tutti sanno quale sia l’amatriciana o la carbonara tradizionale, e difendono le ricette originali dagli attacchi dei barbari con i loro ingredienti alternativi. Il problema… è che è tutto falso!

Tutto ciò che noi chiamiamo “pasta” e che crediamo esistere dalla notte dei tempi è tutta roba nata ieri, nel Novecento: tutte le ricette tradizionali che noi siamo convinti affondino nelle radici stesse della storia del nostro Paese in realtà non esistevano prima del 1950: la grande tradizione italiana non ha neanche cento anni, eppure si agita e fa rumore come fosse millenaria!

Con una perizia da storico consumato, usando un linguaggio che troppo spesso neanche gli storici usano, Luca Cesari si avventura nel più ingrato e infame dei campi di battaglia – la “tradizione” (detta con rumori enfatici in sottofondo) – e dimostra, documenti alla mano, che sono tutte chiacchiere senza alcun fondamento. Ogni tanto gli italiani si sono inventati tradizioni inesistenti e le hanno venerate come secolari.

Con una spietatezza che ho trovato squisitamente crudele Cesari distrugge ogni fondamento di “cucina tradizionale”, raccontando con dovizia di particolari e aneddoti quello che non racconta mai nessuno, cioè le prove documentali. Non sono molte, ma esistono anche per la cucina, e parlano chiaro senza alcun dubbio: non esiste la cucina tradizionale, perché ognuno se l’è inventata per conto suo gridando poi se gli cambiano gli ingredienti.

Volete mettere l’ananas nell’amatriciana? Volete mettere la nutella nella carbonara? Mettetele, se vi piacciono, mangiate liberamente quello che vi pare perché non esiste alcuna tradizione: dati alla mano ci sono così tante “vere ricette originali” diverse fra di loro che parlare di “vera amatriciana” o “vera carbonara” è una barzelletta. L’unica cosa vera è la passione italiana per mentire a sé stessi e difendere quella bugia con la vita.

Se siete Alfieri della Tradizione, se pensate di sapere come si faccia quello o quell’altro piatto tradizionale, quello che “si fa così da sempre”, non è il libro che fa per voi, perché rischiate di scoprire che le vostre convinzioni sono aria fritta su un letto di niente. Documenti alla mano, riportando le parole dei grandi chef e studiosi culinari del passato, l’unica certezza è che non esiste alcuna certezza, né tradizione. Ognuno fa la pasta come cacchio gli pare e piace, com’è giusto che sia, quindi smettiamo di difendere tradizioni inventate ieri e mettiamoci a tavola in santa pace.

L.

– Ultime recensioni:

 
10 commenti

Pubblicato da su gennaio 23, 2023 in Recensioni

 

Tag:

[Pseudobiblia] Lois & Clark 2×06 (1994)

Fra le serie vecchie che il nuovo canale televisivo in chiaro Warner TV usa per riempire di repliche vuote il proprio palinsesto, invece di dedicarsi a presentare l’oceano di titoli che la Warner Bros tiene murata vivi nei propri archivi segreti, c’è la serie televisiva “Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman“, che dagli anni Novanta è stata tranquillamente proposta anche al pubblico italiano.

Read the rest of this entry »

 
6 commenti

Pubblicato da su gennaio 20, 2023 in Pseudobiblia

 

Tag:

[Books in Movies] Sulle tracce del serial killer (2015)

Nella mia perversione per i thrillerini mi sono gustato su Prime Video questo ghiottissimo “Sulle tracce del serial killer” (Swept Under, 2015) di Michel Poulette, che consiglio caldamente.

La protagonista Morgan Sher (Devin Kelley) fa un mestiere decisamente ingrato: si occupa di ripulire le scene del crimine dopo che i detective e la scientifica se ne sono andati. Il che significa trattare tutti i giorni con sangue, budella e cervelli sparsi sui mobili di casa: non stupisce che Morgan non riesca a trovare un socio nella sua attività, e chi ci prova prima rimette al cena e poi scappa a gambe levate.

Non viene specificato, ma da una breve scena in lavanderia siamo autorizzati a pensare che Morgan voglia fare carriera ed entrare nella polizia scientifica, perché in attesa del bucato la vediamo studiare su un volume il cui titolo non lascia adito a dubbi: “Advanced Crime Scene Investigation” di S. Connolly. Il problema è che non ho trovato traccia di questo libro!

Possibile che la produzione – la canadese Incendo, specializzata in minuscoli film televisivi – si sia messa a creare un “libro falso” da inquadrare di sfuggita in una scena di pochi secondi? Sì, è vero, è già successo e succederà ancora, ma è una cosa che mi lascia sempre stupito.

Magari invece è un vero testo specialistico talmente di nicchia da non lasciare tracce in Rete: magari è manualistica edita dalle stesse forze di polizia e quindi non acquistabile via web. Chissà.

L.

– Ultimi “libri nei film”:

 
4 commenti

Pubblicato da su gennaio 18, 2023 in Books in Movies

 

[Pseudobiblia] Hellhole (2022)

Visto su Netflix questo recente horror polacco: “Hellhole” (Ostatnia wieczerza, 2022) scritto e diretto da Bartosz M. Kowalski: non un gran che, devo dire, ma almeno mi ha regalato un ghiotto “libro falso” satanico.

Read the rest of this entry »

 
6 commenti

Pubblicato da su gennaio 16, 2023 in Pseudobiblia

 

Tag:

[Books in Movies] Rumore bianco (2022)

Ormai la regola l’ho capita: quando c’è Adam Driver, il film è una stupidata ridicola che se la tira da “film d’autore”: Non ricordo l’ultimo film che ho visto con questo attore che mi abbia lasciato una sensazione diversa dal fastidio nauseato, ma almeno qui ci sono alcune ghiotte citazioni librarie.

Sto parlando di “Rumore bianco” (White Noise, 2022) di Noah Baumbach (su Netflix), tratto dal romanzo omonimoo (1985) di Don DeLillo (Pironti 1987; Einaudi 1999). Segnalo la recensione di Babol che mi trova decisamente d’accordo.

Read the rest of this entry »

 
20 commenti

Pubblicato da su gennaio 13, 2023 in Books in Movies

 

[Books in Movies] Tempesta di ghiaccio (1997)

Non vedevo da più di vent’anni questo “Tempesta di ghiaccio” (The Ice Storm, 1997) di Ang Lee (in DVD Medusa 2006), e poi beccato in TV scopro che si apre con una chicca: il giovane Tobey Maguire, cinque anni prima di uscire in sala con Spider-Man (2002), legge un fumetto Marvel.

Read the rest of this entry »

 
3 commenti

Pubblicato da su gennaio 11, 2023 in Books in Movies

 

Tag:

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: