RSS

[Books in Movies] Rocky II (1979)

18 Nov

In questi giorni ho scoperto su Prime Video che hanno inserito in catalogo la saga di Rocky: speravo nel recupero almeno della schermata dei doppiatori, invece si sono limitati a mettere le edizioni americane. Grasso che cola se c’è l’audio italiano.
Comunque controllare è stato un bene, perché è nata la domanda… cosa legge a letto Sylvester Stallone in “Rocky II” (1979)? (Vi ricordo l’appassionata recensione di Cassidy.)

Ovviamente l’eroe popolare e proletario scritto e diretto da Stallone non poteva che leggere un autore popolare e proletario, con tanto di “pagine gialle”, simbolo del pulp americano più popolare e proletario, perché significa che è fatto con carta poco pregiata per tenere basso il prezzo

Non mi ha stupito dunque leggere sulla copertina, a caratteri cubitali, Louis L’Amour (ancora vivo all’epoca delle riprese), cioè il più noto autore western americano contemporaneo, ma di che titolo si tratta?

Lo confesso, si è trattato di una pura botta di cu…ore, perché sfogliando la sterminata bibliografia del romanziere mi sono imbattuto in una illustrazione… però usata per due romanzi diversi!

Per un po’ ho pensato a Radigan, ma poi gli indizi hanno portato decisamente verso “Reilly’s Luck” (1970), che la Bantam Books ha ristampato proprio quel 1979 di Rocky II. Non sono riuscito a stabilire con certezza se quella illustrazione di copertina fosse presente anche in precedenti edizioni.

Dalla quarta di copertina:

«Sbarazzati del bambino
Val Durrant aveva quattro anni. Faceva freddo, era una notte nevosa quella in cui è stato trascinato via in una scatola di cartone, per essere abbandonato. Ma lui non è morto: ha incontrato Will Reilly. Un gentiluomo, un giocatore d’azzardo e il miglior fucile del West, Reilly era un uomo che sapeva calcolare le probabilità e sapeva quando puntare. Ma quanto valeva puntare su un ragazzino spaventato?»

La presentazione interna:

«Da quando aveva otto anni Val sapeva tutto ciò che c’è da sapere sulle carte da gioco. Padroneggiava la pistola, aveva combattuto gli Apaches e aveva viaggiato sin dall’Austria. Will Reilly era stato il suo insegnante e non c’era niente che Will non sapesse, dal maneggiare una frusta al maneggiare una donna.»

Quando negli anni Ottanta esisteva l’editoria italiana, il romanzo è persino giunto sui nostri scaffali, come numero 60 (1986) della storica collana “Oscar Mondadori Western“, con la traduzione di Lydia Lax e il titolo “L’asso nella manica“. L’illustrazione di copertina è del mitico Carlo Jacono.

Ecco la trama, grazie a UraniaMania.com:

«Val Darrant aveva solo quattro anni la notte nevosa che sua madre lo abbandonò. Ma invece di incontrare una morte solitaria, incontrò Will Reilly, un gentiluomo, un giocatore d’azzardo e uno studioso mondano e autodidatta. Per dieci anni l’uno era l’unica famiglia che l’altro aveva, viaggiando dalle polverose città del boom americano alle città d’Europa, fino al giorno in cui la fortuna di Reilly si esaurì in un fragore di spari. Ma non è stata una rissa di gioco d’azzardo o un branco di ladri che ha segnato il destino di Will. Era una storia molto più complessa che Val avrebbe scoperto, una che toccava l’infanzia quasi dimenticata di Val, la donna che era l’amore perduto di Will Reilly e il futuro di un paese in crescita. Nel frattempo, Val si sarebbe assicurato che nessuno dimenticasse Will, meno di tutti gli uomini che lo avevano ucciso. Ma non doveva preoccuparsi, perché i nemici di Will adesso erano i suoi …»

Sarebbe stato certo più divertente vedere Rocky che legge un romanzo di pugilato, ma temo che sebbene il grande amore americano per questo sport non sia mai diventato materia da pulp.

L.

– Ultimi “libri nei film”:

 
Lascia un commento

Pubblicato da su novembre 18, 2022 in Books in Movies

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: