RSS

[Books in Movies] X-Files 2×01 (X-Lucius)

29 Set

Puntata speciale di X-Lucius, dedicata… ai libri di Fox Mulder mostrati nellì’episodio 2×01.

Finito di vedere in ordine la prima stagione di “X-Files”, passo alla seconda con l’episodio 2×01 (16 settembre 1994) dal titolo “Uomini verdi” (Little Green Men), diretto da David Nutter e co-sceneggiato da quel James Wong noto per il film Final Destination (2000). Apprezzo molto che in questo episodio ficchiamo il naso nella vita privata di Fox Mulder, con cui condivido il compleanno (13 ottobre).

Torniamo indietro nel tempo e vediamo il rapimento della sorellina Samantha, ma soprattutto Dana Scully prova ad accedere al computer personale del collega.

Direttamente dall’hard disk personale di Fox Mulder

Leggere nomi come “instal.exe”, “config.sys” o “auto.exec” mi scalda il cuore e mi fa tornare giovane, proprio in quel 1994 in cui si smanettava con il MS-DOS anche se il testo era bianco su sfondo nero. E quando un hard disk conteneva ben 400 mega di spazio!

Come farà Scully ad entrare nel PC di Mulder senza sapere la password? Be’, basta collegarsi alle ultime parole pronunciate dal morente personaggio dell’ultimo episodio: «Non fidatevi di nessuno» (Trust no one).

Ora sapete la password per accedere al computer personale di Fox Mulder

Quando poi l’inquadratura passa alla segreteria telefonica di Mulder, accanto al PC, abbiamo la possibilità di impicciarci di un altro aspetto della sua vita privata: alcuni dei suoi libri.

Uno sguardo alla vita privata di Fox Mulder

La messa a fuoco si posiziona subito sulla segreteria, ma per fortuna c’è almeno un fotogramma dove i libri sono a fuoco, basta solo… rovesciarlo.

Dalla biblioteca personale di Fox Mulder

Ecco i titoli che si riescono a leggere fra quelli che Fox tiene sulla scrivania (dall’alto in basso):

The Land and People of Ghana” (1963), titolo d’esordio di J. Kirk Sale (inedito in Italia).

A Hole in the World. An American Boyhood” (1990) di Richard Rhodes (inedito in Italia).

La tamburina” (The Little Drummer Girl, 1983) di John le Carré (Mondadori 1983) disponibile in eBook.

La trama:

«Un terrorista palestinese tremendamente pericoloso ed elusivo; un funzionario dei servizi segreti israeliani dotato di feroce energia e passione. Sono questi i protagonisti di un’implacabile caccia all’uomo ambientata nel mondo dello spionaggio internazionale. Per catturare l’odiata preda, l’israeliano prepara un’elaborata trappola, labirinto fatto di realtà e illusione, tra l’Europa e il Medio Oriente. Pedine di questo suo gioco sono Joseph, ex soldato dei corpi speciali israeliani ormai stanco di combattere, e Charlie, giovane attrice che calca senza troppo successo le scene della provincia inglese. E che ora si trova intrappolata al centro di una grandiosa finzione, costretta a interpretare il ruolo più impegnativo della sua carriera.»

La posta in gioco” (Timothy’s Game, prima edizione Putnam 1988) di Lawrence Sanders (Sperling & Kupfer 1990)

La trama:

«Timothy Cone, l’indimenticabile detective introdotto ne Il dossier, è tornato in azione. Il posto è New York, nel profondo del mondo sotterraneo dei grandi affari. Il gioco è l’avidità, un focolaio potente di scandali, truffe e massacri malavitosi. E Timothy Cone è il giocatore che ha intenzione di spalancare tutto…»

The Chaperon” ?

The Stone Maid” ?

Qualcuno avrà scelto apposta questi titoli o magari il prop master Ken Hawryliw (cioè il responsabile degli oggetti di scena di “X-Files”) ha preso i primi libri che ha trovato in giro e li ha sbattuti sulla scrivania di Mulder? In effetti da un personaggio che ha votato la propria vita ad indagare nei misteri misteriosi, fra UFI e paranormale, mi sarei aspettato dei libri più “a tema”, anche se certo le Carré è un nume tutelare dello spionaggio e in “X-Files” ce n’è parecchio di quello stile.

Spero di trovare altre inquadrature dei libri di Mulder, e nel caso li presenterò con un altro episodio di X-Lucius.

Grazie come sempre a Vasquez per il “contagio” («Ti piace “X-Files?”» «Io vivo per “X-Files”» semi-cit. proprio da questo episodio 2×01), e rimando alle recensione di Sam Simon di questo episodio.

L.

– Ultimi “libri nei film”:

– Ultimi X-Lucius:

 
12 commenti

Pubblicato da su settembre 29, 2021 in Books in Movies

 

Tag:

12 risposte a “[Books in Movies] X-Files 2×01 (X-Lucius)

  1. Kukuviza

    settembre 29, 2021 at 8:58 am

    Anche io mi aspettavo libri più alternativi da Mulder. Saranno una copertura? Quelli alternativi stanno dietro?
    comunque perché c’è la cartella di windows ma l’interfaccia è dos?

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 29, 2021 at 9:13 am

      Hai ragione, probabilmente quelle sono solo copertine posticce: dentro ci sono libri così scottanti che non potevano inquadrarli 😛

      Nel 1994 per fortuna Windows non era così invasivo, pensa che potevi chiuderlo! Io, come tutti gli smanettoni dell’epoca, ero cresciuto con le righe di comando quindi onestamente di Windows (all’epoca avevo il 3) me ne fregava davvero poco: era solo una “finestra” appunto, per vedere i programmi nel loro insieme. Ma chi usava il PC sapeva benissimo quali programmi aveva, anche perché all’epoca più di tre o quattro non riuscivi a metterli. Quando dovevo perdere tempo usavo Windows e mi divertivo ad associare icone ai miei file, quando dovevo lavorare lo chiudevo e smanettavo di DOS.

      "Mi piace"

       
      • Kukuviza

        settembre 29, 2021 at 9:24 am

        e mi ricordo che il primo Tomb Raider girava su DOS! Ed era dunque l’unico a cui potevo giocare perché avevo anche io l’accoppiata DOS/Windows 3.11 fino al 2000

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 29, 2021 at 9:46 am

        Io ho opposto una strenua resistenza a Windows 95 ma poi nel ’96 entrai a lavorare in una casa editrice che lo usava e ho dovuto impararlo. Non ricordo se mi sono dovuto sporcare anche con il Win ’98 o sono passato direttamente al ME (Millennium Edition), ma avendo lavorato sempre in uffici non potevo certo scegliere io, e alla fine pure a casa mi adeguavo.
        In quel 1994 in cui Mulder sul PC di casa studiava coordinate astrali di alieni io giocavo a “Doom 2” ^_^

        "Mi piace"

         
  2. Sam Simon

    settembre 29, 2021 at 9:38 am

    Grazie mille per il link! :–)

    Effettivamente a parte Le Carré non c’è molto che faccia X-Files o Fox Mulder in questi libri, mi dà l’idea che siano stati buttati lì un po’ a caso sapendo che nessuno avrebbe potuto vederli realmente fino all’arrivo di Lucius Etruscus e delle sue indagini (coadiuvate dall’HD, suppongo)! :–D

    Che bello quando le cose bisognava farle funzionare a forza di comandi DOS, aveva un certo fascino sapersi muovere in quell’ambiente. Anche se io fui esposto al futuro molto presto, nei primi anni Novanta mia sorella prese un Apple Classic uguale a quello di Martin Mystere, e lì era tutto visuale, cosa copiata puntualmente da Microsoft qualche anno dopo!

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 29, 2021 at 9:52 am

      Gli episodi di X-Files ad alta risoluzione sono pura goduria, perché puoi studiare particolari che gli spettatori degli anni NOvanta non hanno mai visto, sui loro tubi catodici a bassissima risoluzione 😛

      Proprio in quel ’94 iniziai a lavorare in una tipografia e lì usavano il sistema Macintosh, e fra i vari modelli ce n’era proprio uno di quelli che dici tu, che faceva davvero buon vecchio zio Martin ^_^
      Per me è stato panico puro, anche perché i Mac usavano la tastiera americana (QZERT) e io dal 1989 ero specializzato nella digitazione a dieci dita su quella italiana (QWERT) quindi è stato un dramma, ma per fortuna ero giovane e con un po’ di pratica riuscivo a cambiare conformazione mentale a seconda del computer in cui mi trovavo a scrivere.
      Il trascinamento era carino ma preferivo di gran lunga il sistema DOS, che peraltro uso ancora tutt’oggi, se devo fare un intervento al volo e non mi va di perdere tempo su Google a cercare un software gratuito che lo faccia, per poi scoprire che non è gratuito, lavora male, a scaricarlo c’è rischio di virus e cacchi vari. Con DOS fai tutto e subito e passa la paura 😛

      "Mi piace"

       
  3. Vasquez

    settembre 29, 2021 at 10:41 am

    Grazie per la carinissima semi-cit. 🤗
    In effetti non vivo (più) per “X-Files” ma ho vissuto per esso inseguendolo per anni attraverso una programmazione – diciamo così – barbina.
    Mi avrebbe fatto davvero piacere poter leggere qualcosa anche solo di vagamente simile a questa tua rubrica o a quella di Sam Simon, ma ai tempi era difficile incontrarsi tra appassionati, anche se la cosa non mi impedisce di gustarmele ora.
    E per questo sono doppiamente felice di essere riuscita a contagiarti, intanto perché significa che la serie ha ancora qualcosa da dire. E poi mi permette di esercitare il mio potere di persuasione: chissà che piano piano non riesca a farti parlare di qualcos’altro che tu non hai mai minimamente considerato 😛

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 29, 2021 at 10:49 am

      La mia corazza anti-UFI si sta sgretolando, finirò a girare per strada con un cartello al collo con su scritto “La verità è là fuori”, e sarà tutta colpa tua! 😀

      Tremo al pensiero di quale altro universo narrativo potresti farmi conoscere…

      Piace a 1 persona

       
      • Vasquez

        settembre 29, 2021 at 10:58 am

        Ah ah ah! 😀 Se il cartello lo porterai “con eleganza” come Bruce Willis in “Die Hard 3” saremo tutte alla finestra ad applaudirti! 😁

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 29, 2021 at 11:00 am

        ahaha per emulare Bruce dovrei andare ad un raduno di fan di Star Wars con un cartello con su scritto “Lunga vita e prosperità” O magari “Han spara per primo” 😀

        Piace a 1 persona

         

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: