RSS

[Books in Movies] Entity (1982)

15 Set

Oggi Cassidy recensisce sulla sua Bara Volante il film “Entity” (The Entity), che festeggia i suoi quarant’anni dalle riprese: l’uscita in sala sarà invece problematica perché subito dopo girato questo film la casa di produzione fallisce e si dovrà aspettare il 1982 (in Italia) e il 1983 (in America). Peccato, perché quest’opera avrebbe bruciato sul tempo altre opere poi diventate di culto, come Poltergeist (1982).

Il film è tratto dal romanzo “L’entità” (The Entity, 1978) di Frank De Felitta, portato in Italia da Dall’Oglio nel 1980, mai più ristampato se non nell’edizione EuroClub dello stesso anno.

Edizione originale 1978, italiana 1980 ed Euroclub dello stesso anno

«Fu risucchiata in avanti. Presa nel vortice del desiderio. Una gravità, una legge dei cosmi, irresistibile, la trascinava a dissolversi nel suo abbraccio. Un migliaio di fuochi orgasmici, di punture di luce, di mandibole le mordicchiava i seni e le cosce. Lampi di luce scoppiarono dietro i suoi occhi mentre lei era penetrata, divaricata, riempita, dissolta come mai prima.»

De Felitta cavalca l’onda “paranormale sessuale” dell’epoca, che sfoggiava titoli come Incubus (1976) di Ray Russell, e ci racconta una storia falsamente vera o veramente falsa..

Assalita da un demone sporcaccione, che copula con lei tutte le notti, la protagonista in cerca d’aiuto entra nella libreria “Hunter’s Books“, che una scritta ci informa essere in California dal 1851.

All’epoca anche in Italia il paranormale in libreria era esploso a livelli epocali, con gli scaffali che si piegavano sotto il peso delle centinaia di libri di vario argomento sovrannaturale che le case editrici sfornavano a getto continuo.

La bella inquadratura in primo piano ci regala lo stato dell’arte all’epoca delle riprese (1981) della prolifica editoria americana dedicata al paranormale:

  • Prosperity Signs” (Dell Publishing, aprile 1981) di Lynne Palmer
  • Is it true what they say about Edgar Cayce?” (Berkley 1981) di Lytle W. Robinson
  • The Edgar Cayce Reader
  • Edgar Cayce: The Sleeping Prophet” (Bantam 1980) di Jess Stearn
  • Poltergeists” (Routledge & Kegan Paul 1979) di Alan Gauld e A.D. Cornell
  • Psychic Exploration. A Challenge for Science” (Putnam 1974) di Edgar D. Mitchell, edito in Italia dalla torinese MEB intorno al 1975 con il titolo “Esplorazioni psichiche in USA
  • The Geller Papers” (Houghton Mifflin 1976) a cura di Charles Panati, edito in Italia dalla milanese Armenia nel 1977 con il titolo “Dossier Geller
  • Poltergeists: An Annotated Bibliography” (Scarecrow Press 1979) di Michael Goss
  • The Probability of the Impossible” (Routledge & Kegan Paul 1976) di Thelma Moss
  • Handbook of Unusual Natural Phenomena” (Sourcebook Project 1977) di William R. Corliss, edito in Italia da Armenia nel 1984 con il titolo “Il libro dei misteri naturali“, tradotto da Enrica Viziale
  • Space-Time Transients and Unusual Events” (Rowman & Littlefield 1977) di Gyslaine F. Lafreniere e Michael A. Persinger

Come si può vedere, tre di questi libri sono arrivati anche in Italia: ecco le copertine:

Gli unici tre libri dello scaffale giunti anche in Italia

All’epoca non c’era internet quindi per informarsi su qualsiasi argomento, dalla politica al paranormale, ci si rivolgeva alle librerie, ecco perché l’editoria godeva di una salute che non avrebbe saputo mantenere una volta iniziata l’emorragia di lettori.

Ho una visione: un giorno tutto il paranormale sarà su internet!

Chiudo traducendo un passaggio dell’introduzione di “The Probability of the Impossible” (1976) di Thelma Moss

«È possibile che esistano ancora altre energie da scoprire? Ci sono energie biologiche negli animali e nell’uomo di cui non sappiamo ancora nulla? Solo dopo che l’uomo ha inventato il radar e il sonar abbiamo scoperto che il pipistrello e il delfino erano sempre stati dotati di quei sofisticati dispositivi di comunicazione. L’uomo, dopo migliaia di anni, ha sfruttato l’elettricità, ma l’anguilla l’aveva usata abilmente per migliaia di anni prima dell’uomo. Solo una sessantina di anni fa, quando Hans Berger annunciò che si potevano rilevare correnti elettriche fuoriuscire dalle teste degli uomini, era considerato pittoresco come lo era stato Pasteur quando annunciò che gli insetti invisibili nel latte portano malattie.
Ci sono energie che si irradiano dalle persone, le quali potrebbero così essere canali di comunicazione? Forse quelle radiazioni, come stanno cominciando a scoprire gli scienziati, esistono proprio nella cellula stessa. Ci sono sempre stati o si sono sviluppati di recente? L’evoluzione di Darwin dopotutto ci ha portato alle specie dell’uomo, ma Darwin non ha affermato che l’evoluzione, come il cervo di Harry Truman, si fermi qui. Ci stiamo evolvendo in un altro stato dell’essere?»

L.

– Ultimi post simili:

 
13 commenti

Pubblicato da su settembre 15, 2021 in Books in Movies

 

13 risposte a “[Books in Movies] Entity (1982)

  1. Cassidy

    settembre 15, 2021 at 8:20 am

    Pensavo fossero tutti “libri falsi” invece questa storia vera (o presunta) ha fatto ampio uso di veri libri 😉 Cheers

    Piace a 2 people

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 15, 2021 at 8:27 am

      All’epoca c’erano così tanti libri sull’argomento, anche da noi, che non c’era bisogno di inventarsene, bastava tirare un sasso in libreria per colpire dieci saggi sul paranormale!

      Piace a 1 persona

       
      • Conte Gracula

        settembre 15, 2021 at 2:31 PM

        Ancora oggi, almeno uno scaffale dedicato in ogni libreria si trova.

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 15, 2021 at 2:43 PM

        A Roma la cosa si nota poco, sia perché quelle rarissime librerie rimaste aperte non hanno molto spazio da dedicare al paranormale – quando oggi tira più la cucina – sia perché le librerie che ancora hanno spazio presentano in realtà ristampe di opere nate all’epoca. Forse in altre città italiane hanno maggiori possibilità, ma a Roma che di libri ne girano pochini non c’è più quel fenomeno dell’epoca, dove anche dal fornaio trovavi libri appena stampati di tematiche paranormali.

        Piace a 1 persona

         
      • Conte Gracula

        settembre 15, 2021 at 2:57 PM

        Fa un po’ strano, immaginare la capitale di una nazione con poche librerie 🤔

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 15, 2021 at 3:23 PM

        Le grandi catene le trovi al centro, oculatamente disposte nelle zone turistiche così chi passa al volo per Roma dice “va’ che belle librerie”. Poi però basta fare un metro dal centro per ritrovarsi nel deserto dei tartari…

        Piace a 1 persona

         
      • Kukuviza

        settembre 16, 2021 at 10:08 am

        E se nemmeno a Roma trovi molte librerie, figuriamoci altrove! Comunque devo dire che mi ricordo di un passaggio televisivo con questo film dallo spirito zozzone. MA mi sembra che sia un tratto comune, quello delle entità aliene, spiritiche che si approfittano sessualmente delle vittime che poi con occhio pallato vanno nelle trasmissioni tv a raccontare gli aneddoti.
        Oddio, il dossier Geller era su Uri Geller! Lo avevo dimenticato, ormai se penso a Geller, mi viene in mente solo Ross di Friends!

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 16, 2021 at 10:17 am

        Il piegatore di cucchiaini è stato un grande fenomeno all’epoca, io ne lessi sul libro di Piero Angela che se non ricordo male l’ha pure incontrato. Temo che il tempo l’abbia dimenticato 😛

        "Mi piace"

         
  2. Conte Gracula

    settembre 15, 2021 at 2:33 PM

    La citazione finale… Ho la risposta: tanti si sono evoluti in imbecilli 😛

    Piace a 1 persona

     
  3. pirkaf76

    settembre 15, 2021 at 4:32 PM

    Incubus è uno dei miei libri preferiti, anche se ho dovuto leggerlo per vie traverse.
    Oggi la sua copertina sarebbe impubblicabile.
    Comunque il libro di De Felitta me lo sono segnato, magari salta fuori in qualche mercatino, chissà.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 15, 2021 at 4:42 PM

      I miei lo comprarono all’epoca e per anni l’ho sbirciato di nascosto fra gli scaffali di casa mia: in effetti quella copertina oggi sarebbe vietata ovunque!
      Essendo un libro mai più ristampato dall’epoca, dovrai essere molto fortunato a trovarlo su bancarella. Ricorda invece che in digitale si trova 😉

      "Mi piace"

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: