RSS

X-Files (3×15) La Piper Maru (X-Lucius)

18 Ago

La nostra amica Vasquez è leggerissimamente appassionata della serie TV “The X-Files” e, scherzando con lei, ho fatto un commento frizzante di troppo sulla celebre serie – che notoriamente non ho mai amato – e per pagare pegno ho accettato di vedere alcuni episodi particolarmente “pseudobiblici”, scoprendo tali e tante chicche che devo per forza lanciare la rubrica “The X-Lucius“!

Ecco, a puntate, i “casi X” che Vasquez mi ha sottoposto.


“L’UFO degli abissi”
(3×15, 9 febbraio 1996
In Italia: 12 novembre 1996)

Ormai sono rovinato, totalmente infognato coi maledetti “X-Files” quindi apro filoni su filoni, qui nel blog: comincio dunque il viaggio dedicato al black oil, pencolante trovata della serie che però fa vibrare i miei sensi alieni: l’altrettanto pessima idea del black goo del recente universo di Alien è troppo simile perché sia solo un caso. Ci voglio credere…

Visto che la trama di questo episodio è pura barzelletta, invece di raccontarla – anche perché non c’è davvero niente da raccontare – mi rivolgo subito a Brian Lowry e alla sua guida ufficiale alla terza stagione: Trust No One (HarperCollins 1996). Lowry riporta dichiarazioni del pover Frank Spotnitz, sceneggiatore del doppio episodio 3×15-16, che un triste giorno si è visto arrivare tra capo e collo questa bastonata: Chris Carter ha avuto delle visioni e ora lui deve trasformarle in sceneggiatura. Scusa, ma le visioni sono di Carter, perché non se le gestisce lui? No, Carter è il capo e ha da fare, ci sono partite a golf da completare («Bello essere re», cit.), quindi a scrivere ci pensi Spotnitz e gli schiavetti della “sala degli autori”. (Il saggio non usa queste parole, me le si legge tra le righe.)

Le “visioni” di Carter sono varie, vaghe e vacue: ha avuto l’idea di un tizio imprigionato in una fusoliera, poi gli piacerebbero dei flashback in un sottomarino durante la Seconda guerra mondiale e altre robe sparse. Spotnitz impallidisce: ora che si inventa per tirare fuori qualcosa da ’sta roba?

«Sono rimasto incagliato sulla storia per settimane, non avevo alcuna idea di come collegare tutte queste trovate. Poi alla fine, tornando in volo da una convention di “X-Files” a Minneapolis, ho pensato al rapporto irrisolto di Mulder con la morte della sorella, e l’idea di far tornare Krycek. Non avevo dei fogli, così cominciai a scrivere sul retro di una rivista della compagnia aerea, riempiendo ogni spazio bianco: quando atterrai avevo il succo della storia.» (traduzione etrusca)

Sono contento che l’ispirazione, come un gremlin, abbia colto Spotnitz in volo, ce lo vedo a fissare l’esserino manomettere l’ala mentre lui scriveva di corsa la sua storia, ma il risultato onestamente lo trovo dimenticabile: purtroppo invece è il primo tassello di una storia che apparirà regolarmente per tutta la serie.

Frank Spotnitz in aereo che cerca ispirazione per X-Files…

Quello che Spotnitz non ha detto è qualcosa che do per scontato, anche se ovviamente non ci sono prove. Altro che ispirazione arrivata in volo, lo sceneggiatore se ne stava a casa sua e visto che non sapeva cosa scrivere ha messo su un film, per la precisione il mitico Leviathan (1989) di George Pan Cosmatos: la scopiazzante versione subacquea di Alien (1979). Spotnitz comincia a vedere poi d’un tratto salta sul divano: aspetta, cos’è che è successo? Durante dei lavori sott’acqua hanno trovato un vecchio relitto con “qualcosa” a bordo? Fermi tutti, ecco l’idea: una fusoliera di un aereo bellico ritrovata in fondo al mare con “qualcosa” al suo interno!

Il film che copia da Alien

Il telefilm che copia il film che copia da Alien

Quando poi questa scena arriva in produzione, Chris Carter – con ancora indosso i pantaloni da golf – alza la mano e comanda: metteteci qualche codice numerico che provochi un orgasmo agli spettatori attenti. Così sulla fusoliera vediamo un codice, JTT0 111470, una sorta di anagramma del codice di tesserino che Mulder rivela nell’episodio 2×22: «Sono un agente dell’FBI, il numero del mio tesserino è JTT0 47101111». Perché però nell’episodio 3×15 Mulder non si accorge che il proprio tesserino è scritto su un relitto in fondo al mare?

Strizzata d’occhio degli autori ai fan della serie

Con la fusoliera siamo a posto, appartiene a un P-51 Mustang e ce lo dice Scully, giustificando questa conoscenza col fatto che il padre e i fratelli costruivano modellini di aerei: va be’, un’altra trovata discutibile su cui soprassedere. Come la chiamiamo la nave che va a recuperare l’aereo e viene infettata dal “qualcosa” al suo interno? Stavolta è l’attrice Gillian Anderson ad alzare la mano: perché non usano il nome di sua figlia di un anno e mezzo? Per motivi noti solo a mamma Gillian e papà Klotz la bambina è stata chiamata Piper Maru, e visto che in giapponese maru significa “nave” ecco che il nome calza alla perfezione.

Perché però una nave americana dovrebbe portare un nome giapponese? Andiamo, giù la maschera, lo sappiamo tutti che dopo Leviathan quella sera Spotnitz si è rivisto Star Trek II: l’ira di Khan (1982), e come tutti noi adora il test della Kobayashi Maru, che tutti nella Flotta Astrale hanno sbagliato tranne Kirk. (Perché lui è Kirk, e basta!) Posso credere che la Anderson abbia proposto quel nome in omaggio a sua figlia Piper Maru Anderson-Klotz, ma tutti noi cresciuti a pane e cinema appena sentiamo “maru” pensiamo a Kirk con Dickens sotto il braccio, che sfotte la cadetta perché lei ha fallito e lui no!

Se fallisci il test della Kobayashi Maru, ti toccano i sorrisini di Kirk col suo Dickens sottobraccio

Cos’è dunque questo “qualcosa” di alieno trovato a bordo del relitto? Spotnitz non lo sa, Carter non gliel’ha detto perché non lo sapeva manco lui, e visto che nessuno sa niente, buttiamola in caciara. Così diciamo che è tipo un’entità aliena, hai presente un’entità aliena? Ecco quella, che essendo entità non ha copro e quindi usa l’olio del motore dell’aereo caduto negli abissi per trasportarsi in giro, ma appena arriva un essere umano zàcchete, gli piomba addosso e ne prende possesso.

Un po’ baccellone un po’ cervello-facehugger – tanto per rimanere in tema di scopiazzamenti alieni – questo liquido nero entra nella gente trasportando l’entità aliena, che così controlla l’ospite e, se quest’ultimo viene ferito o muore, cola via scompostamente dagli orifizi, ma solo quelli più decenti.

Per fortuna l’alieno cola solo dagli orifizi facciali

Già che siamo nella vacua vaghezza, diciamo pure che l’entità aliena è un po’ alla Cocoon e regala la lucentezza alla gente, anche se però per fare del male. Infatti gli ospiti dotati di liquido nero possono colpire a distanza gli altri provocando ustioni mortali. Mi sa che su quell’aereo Spotnitz gli aveva dato sotto di mini-bottigliette alcoliche, mentre scriveva ’sta roba.

Si sa che le entità aliene donano lucentezza ai propri ospiti

Visto che con l’alieno colante era difficile riempirci ben due episodi, ecco che Mulder cerca chi gli ha ucciso il padre, Scully chi gli ha ucciso non ricordo più che parente, Skinner chi gli ha ucciso la tartaruga e via di robe che non sono stato a seguire perché straordinariamente poco interessato. Quello che mi importava era attente un atto di coraggio che non è arrivato: il coraggio di “nominare” l’alieno colante.

Nessuno si azzarda a dare un nome a questa entità aliena, una trovata palesemente claudicante e buttata via a casaccio, giusto per riempire l’episodio doppio: sono convinto che nessuno pensava che quel liquido stupido sarebbe diventato così importante per l’intera saga.

Tu lo chiami solo un vecchio sporco imbroglio
Ma è uno sbaglio, è petrolio
Troppo furbo per non essere sincero
Ma è davvero oro nero?

Mogol aveva già previsto tutto nel 1972, quando ha scritto per Battisti Confusione: l’idea protagonista del doppio episodio 3×15-16 sembra un vecchio sporco imbroglio, scopiazzando il film che scopiazzava Alien e tirando in ballo l’olio nero, invece è un petrolio che farà andare avanti l’intera serie. Nessuno qui dà un nome a quella roba, all’oro nero, e per ora lo sceneggiatore lo chiama black oil: ci sarà tempo per dargli altri nomi. Anche al di fuori della serie “X-Files”.

La prima apparizione del black oil, che purtroppo vent’anni dopo diventerà l’alieno black goo

Per finire, tutte le robe scoperte in questo doppio episodio vengono rinchiuse dal Fumatore in un luogo sicuro e inaccessibile, una stanza con un codice che – come ogni altro numero in “X-Files” – non è stato scelto a caso. La porta infatti ha il codice 1013, quel 13 ottobre che è il compleanno di Chris Carter (1956), di Fox Mulder (1961) e di Lucius Etruscus (1974): scegliete voi quale sia il nome più importante…

Ringrazio Vasquez per il contagio memetico e ricordo che l’amico SamSimon sta recensendo tutti gli episodi di “X-Files”.

L.

P.S.
E ora passate da Sam Simon per la sua recensione dell’episodio.

da “l’Unità” del 12 novembre 1996

da “l’Unità” del 12 novembre 1996

– Ultimi post simili:

 
33 commenti

Pubblicato da su agosto 18, 2021 in Uncategorized

 

Tag:

33 risposte a “X-Files (3×15) La Piper Maru (X-Lucius)

  1. Il Moro

    agosto 18, 2021 at 9:04 am

    Ecco il vero motivo dietro a questa serie di articoli su X-Files, hai il compleanno in comune con l’autore!

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      agosto 18, 2021 at 9:21 am

      Giuro che lo ignoravo, al massimo Vasquez mi aveva fatto notare che condividevo il compleanno con Mulder, ma ormai le coincidenze sono troppe e io… devo credere! ^_^

      Piace a 4 people

       
  2. Vasquez

    agosto 18, 2021 at 10:45 am

    Come, come non aver pensato a Piper Maru quando si è trattato di scegliere il nome della peste di casa? Ma è meraviglioso! In accoppiata col doppio cognome poi: Piper Maru Anderson-Klotz! Sarà mica il nome più bello del mondo?!? 😝
    Mamma mia che tristezza…
    Ho detestato questi due episodi sin dalla prima visione, e ho sperato con tutta me stessa che la trovata di questo “alieno oleoso” (come lo chiamavo all’epoca) svanisse nel nulla come gli alieni di “Passione omicida”, invece è entrato non si sa come nella mitologia della serie, incasinando il tutto più di quanto non fosse già.
    È da qui infatti che è iniziata la mia insofferenza per le puntate che portavano avanti la cospirazione (ma non ditelo a Sam Simon 😛) che palesemente non sapevano come portare avanti, sbandando un po’ di qua un po’ di là senza sapersi decidere verso una direzione precisa.
    Ma ovviamente impossibile mollare la serie! Mi pare di aver visto pure un paio di stagioni che in realtà non esistono, come l’intero esercito di “X-philes” del resto.
    Spolveralndo infatti diversi ritagli da me conservati in questi 30 anni (!) riscopro questa cosa (cito testualmente): “Il culto di X-Files ha originato più di 300 siti Internet (quello ufficiale è http://www.delphi.com/xfiles). Il soprannome dei fans è X-philes (dal greco ‘philein’, ‘amare’.) La loro passione non ha limiti: un berretto autografato da Duchovny è stato venduto a 180 dollari (300 mila lire).”
    Pensa te! 😀

    Piace a 2 people

     
    • Lucius Etruscus

      agosto 18, 2021 at 10:54 am

      Anzi anzi, mi pare pure pochino, forse oggi le quotazioni degli oggetti firmati da Duchovny sarà salita 😛
      La trama di questo doppio episodio fa così tanti salti nel vuoto che dopo un po’ gira la testa, è chiaro che nessuno degli autori aveva la minima idea di cosa inventarsi e quindi si è sparato a casaccio: da qui a farne un filo conduttore così presente mi sembra davvero esagerato.

      Però le immagini che ricopiano fedelmente “Leviathan” sono state una gioia per gli occhi e per il cuore: copiare chi copia Alien è sempre cosa buona e giusta ^_^

      Piace a 2 people

       
      • Vasquez

        agosto 18, 2021 at 11:03 am

        Sembra quel gioco in cui ci si mette in fila e ci si deve sussurrare una parola all’orecchio: si parte da “farfalla” e non si sa come si arriva a “zerbino”. Qui si è partiti da “Alien” per arrivare a “ciofeca” 😛
        Sapevo che mi avresti dato soddisfazione sull’olio nero.

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 18, 2021 at 11:29 am

        Credevo che affrontare l’oro nero fosse un abbaglio, invece è petrolio! 😀
        D’altronde per Pazzo Scott solo le idee più cialtrone trovano spazio nella sua mitostercografia, e l’alieno colante è un peso massimo!!!

        Piace a 1 persona

         
    • Sam Simon

      gennaio 10, 2022 at 12:57 PM

      Comunque (e qui entro a gamba tesa in una discussione di qualche mese fa, perdonatemi!), per adesso, cioè fino a questo quindicesimo episodio della terza stahione, secondo me la mythology fila. Ci sono alcuni episodi a sé stanti che dicono cose diverse, ma seguendo la filosofia della serie i monster of the week “non contano”, e guardando ai soli episodi mitologici io continuo a vederci un filo logico. Verrà perduto? Si. Verranno lasciate per aria spiegazioni di cui c’era bisogno? Si.

      Ma per ora… I’m on board!!! :–D

      Piace a 1 persona

       
      • Lucius Etruscus

        gennaio 10, 2022 at 1:25 PM

        Non saprei, non credo nelle mythology come non ci credono gli autori, che infatti non ne tengono conto e fanno quello che vogliono, salvo poi tornare indietro e far combaciare tutto alla bell’e meglio 😀

        Piace a 1 persona

         
      • Sam Simon

        gennaio 10, 2022 at 2:10 PM

        Diciamo che serve uno sforzo per credere che possano tornare, e bisogna interpretare favorevolmente molte cose… però che dire, sta cosa mi appassiona! O___O

        Piace a 1 persona

         
  3. Evit

    agosto 18, 2021 at 11:16 am

    Quindi Prometheus copia da X Files che copia da Leviathan che copia da Alien che al mercato mio padre comprò

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      agosto 18, 2021 at 11:30 am

      Tecnicamente sì, ma è tutta una corsa al ribasso. “Leviathan” è un ottimo film perché si rifà ai grandi, “Prometheus” è un pessimo film perché ricopia fedelmente “X-Files. Il film”, quindi è tutta una corsa a tuffarsi nell’olio nero!

      "Mi piace"

       
      • Evit

        agosto 18, 2021 at 11:36 am

        Fa sempre ridere il concetto che essenzialmente Prometheus copi da copie di copie del suo antenato, e che non riesca nemmeno a farlo bene 😄😄

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 18, 2021 at 12:06 PM

        L’idea non sarebbe neanche sbagliata, Alien è un minestrone che copia da tutto e tutti, quindi rifare oggi un film con lo stesso sistema è sicuramente un omaggio – inoltre Prometheus ricrea identiche quelle scene pensate per Alien però troppo costose nel ’79 – l’unico problema è che se alla sceneggiatura chiami cialtroni tipo Damon “The Lost” Lindelof, ottieni solo un liquido nero maleodorante…

        "Mi piace"

         
      • Evit

        agosto 18, 2021 at 12:12 PM

        Lindeloffa si preparava al suo futuro da benzinaro, tra gli oli dei motori.

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 18, 2021 at 12:16 PM

        Dopo Star Trek e Stargate, Prometheus copia pure da X-Files: a Lindelof non ne è scappata una di serie TV di fantascienza 😀

        "Mi piace"

         
  4. Evit

    agosto 18, 2021 at 11:17 am

    Lucius attento ad aprire filoni che nella serie X Files ci sono più filoni che episodi!

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      agosto 18, 2021 at 11:32 am

      In realtà intendevo “filoni che mi interessano”, quindi sono abbastanza sicuro che siano davvero pochi 😀
      Mai avrei anche solo nominato questo pessimo doppio episodio se non avesse dato i natali al black oil, che poi gli sgherri di Pazzo Scott trasformeranno in black goo, per non parlare delle scene riprese identiche da “Leviathan”: se non fosse per questi collegamenti alieni avrei dimenticato l’episodio già mentre lo vedevo 😀

      "Mi piace"

       
      • Evit

        agosto 18, 2021 at 11:34 am

        Appena ho visto il titolo di oggi infatti ho pensato: povero etrusco, che mazzata!

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 18, 2021 at 12:04 PM

        E mi aspettano anche gli altri episodi in cui torna l’alieno colante 😛

        "Mi piace"

         
  5. Sam Simon

    agosto 19, 2021 at 1:11 PM

    Qualcuno ha detto Star Trek? Eccomi! :–D

    Ma sei troppo avanti, io ci devo ancora arrivare a questa terza stagione (ma manca poco)!

    E ora scopro che pure la Vasquez mi dà contro con gli episodi della mythology… ma dovevo aspettarmelo! Lo so che l’opinione dominante preferisce i monster of the week alla mythology traballante (e poi da un certo punto in poi completamente delirante)… ma per ora la trovo ancora fantastica! :–)

    Piace a 2 people

     
    • Lucius Etruscus

      agosto 19, 2021 at 2:10 PM

      Sto vedendo gli episodi con ordine ma salto anche di palo in frasca per “ragioni di studio”, come nel caso dell’olio nero. Anche perché il mio timore è di infognarmi troppo, così invece mantengo un certo distacco 😛

      Piace a 1 persona

       
      • Sam Simon

        agosto 19, 2021 at 2:17 PM

        Temi che ti possa piacere qualcosa di questa serie che tanto odi! Ma te lasciati tentare, non devi avere paura… :–P

        Piace a 2 people

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 19, 2021 at 2:20 PM

        ahahha vade retro, diavoletto tentatore!!!! ^_^

        Piace a 1 persona

         
    • Vasquez

      agosto 19, 2021 at 2:46 PM

      Mannaggia! Chi ha fatto la spia? Chi è stato?!? Chi? 😛

      Piace a 2 people

       
      • Lucius Etruscus

        agosto 19, 2021 at 2:48 PM

        Sta per nascere una guerra tra fan che al confronto la Guerra del Dominio è una scampagnata 😀

        Piace a 2 people

         
      • Sam Simon

        agosto 19, 2021 at 3:02 PM

        Non posso rivelare qui le mie fonti di informazione… :–P

        Ma non scoppierà nessuna guerra! Mulder e Scully ci uniscono, non ci dividono! X–D

        Piace a 2 people

         
      • Lucius Etruscus

        agosto 19, 2021 at 3:04 PM

        L’unica guerra sarà contro gli alieni invasori 😀

        Piace a 2 people

         

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: