RSS

Netiquette, questa sconosciuta

10 Mag

(Author: Anthony)

Mi è capitato in questi giorni di impegnarmi in una discussione frizzantina con un lettore del mio blog, in disaccordo sulla mia valutazione del termine “disturbante“: temo di non essere riuscito a spiegare che parlavamo di due argomenti profondamente diversi, ma in realtà la discussione è partita male per un semplice problema: la netiquette. O meglio, la scomparsa di questa.

Un tempo rispettare le minime regole base della più semplice educazione era una questione molto sentita in Rete, perché chi si esponeva con un sito personale lo considerava appunto un “angolo personale della Rete” e la maleducazione era decisamente mal vista. Infatti è proprio negli anni Novanta che da più parti sentivo citare la netiquette, un neologismo che indicava appunto il comportamento educato da tenere mentre si naviga in Rete. Poi sono arrivati i social network ed è iniziata la barbarie postatomica alla Mad Max. Netiquette? No, questa è SPARTA!

THIS… IS… SOCIAL! (Foto di Pixabay da Pexels)

Sembra ridicolo scrivere quanto sto per scrivere, e invece devo scriverlo: i miei blog non sono una pagina social dove siete liberi di insultare, polemizzare e in generale comportarvi come se foste a casa vostra: siete a casa mia, quindi siete pregati di seguire le stesse identiche regole di buona educazione richieste in qualsiasi ambito civile.

Immaginate che all’improvviso un estraneo vi entri dentro casa, gridandovi che state sbagliando: a voi farebbe piacere? A me no, e in quel caso non sono minimamente interessato ad ascoltare le motivazioni di quella lamentela (semmai ce ne siano, ed è raro che ce ne siano), mi sentirei offeso di quel gesto scortese e farei di tutto per allontanare l’estraneo e non avere altri rapporti con lui. Magari aveva ragione e stavo davvero sbagliando, ma il suo comportamento mi blocca a prescindere.

QUALCUNO STA SBAGLIANDO IN RETE!!!

Per fortuna nei miei blog si è formata una base di commentatori simpatici ed educati con cui ho stretto un legame che non esito a definire amicizia: più e più volte mi hanno segnalato errori o imprecisioni, così come si è discusso di gusti personali anche diametralmente opposti, ma sempre seguendo una educazione base che rende tutto digeribile ed accettabile. Poi ci sono i buzzurri cafoni che commentano sotto le mie recensioni di Steven Seagal, scrivendo parolacce perché ho stroncato il loro idolo: ho stroncato anche Van Damme, ma curiosamente per questo non ho mai ricevuto lamentele. Si vede che Seagal attira la peggio scolatura: in quei casi segnalo i commenti per spam e fine del problema. La Rete è piena di dementi quindi anzi sono fortunato che solo pochi arrivino ai miei blog.

Ciò che mi secca sono invece quelli con cui sarebbe invece interessante imbastire una conversione, quelli cioè che la pensano diversamente da me e sarebbe interessante conoscere le loro argomentazioni, ma la maleducazione rovina tutto. Perché di solito queste persone iniziano già con frasi come “Hai sbagliato”: capite che un estraneo che commenti per la prima volta in un vostro blog, che neanche saluta e dice che avete sbagliato perché lui sa tutto e voi noi… be’, non getta le basi per una conversazione proficua.

Maledetti blogger, che sbagliate tutto!

Raramente questi commentatori molesti hanno letto il mio post, di solito hanno la sensazione che io dica qualcosa che a loro non sta bene, e attaccano con motivazioni ridicole, quando non proprio del tutto assenti. Se io dico che l’acqua è bagnata, perché nei commenti mi rispondi “Sbagli, il fuoco è caldo”? Vuol dire che non solo non hai letto il mio testo, ma hai solo voglia di polemica sterile come si usa nei social.

Quando un estraneo commenta in un mio post senza presentarsi, senza neanche salutare, e parte dicendo che sbaglio ma poi non adduce alcuna prova a dimostrazione del mio errore, mi è molto difficile rispondere rimanendo tollerante. Se offendono o scrivono cose folli li cancello e via, chi se ne frega, non mi abbasso certo a rispondere, ma in altri casi provo a salvare la situazione, anche se si pone poi un altro problema: posso riassumere in una risposta tutto ciò che ho scritto nel pezzo in questione, visto che il commentatore palesemente non l’ha letto? E ha senso farlo? Temo di no.

Quando commentano un tuo testo ed è subito chiaro che non l’hanno letto

Mentre io rimango in questo strano limbo – per cui controllo la posta desideroso di ricevere commenti ai miei post, ma poi quando arrivano tremo perché magari c’è il solito demente che mi fa incacchiare! – lancio un appello ai commentatori: per litigare, polemizzare e sparare cazzate ci sono i social, lì potete sfogarvi quanto volete e anzi più sarete maleducati più vi apprezzeranno. I blog sono un’altra cosa.

Se commentate per la prima volta in un blog, usate la stessa identica educazione base che usereste se entraste a casa di estranei: salutate, magari vi presentate, e poi dite tutto ciò che volete, usando lo stesso tono educato che usereste con una qualunque persona dal vivo. Il fatto che stiate scrivendo in un ambiente digitale non vi autorizza a fare i coatti!

Aho, aho, embè? Ahhhh coso! (bulli digitali)

Da semplici conversazioni nate come commenti ai miei post sono uscite fuori belle amicizie: non rovinate tutto per fare i bulletti, e far sapere agli altri lettori che siete più bravi di me. E infine ricordate: se volete dimostrare che ho sbagliato, dovete tirare fuori le prove, visto che io non parlo mai per “sentito dire”. So’ bravi tutti a di’ “Io ho ragione e tu no”!

L.

 
22 commenti

Pubblicato da su maggio 10, 2021 in Uncategorized

 

22 risposte a “Netiquette, questa sconosciuta

  1. Cassidy

    maggio 10, 2021 at 8:52 am

    Parole sante, purtroppo il comportamento da scimmie urlatrici (chiedo scusa alle scimmie per il paragone…) dei social sempre l’unico modo conosciuto per troppi di approcciarsi, pace si cancella senza pietà e senza rimorso, a casa degli altri ci si deve comportare a modino, le chiacchiera su questo stanno a zero. Cheers

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 8:57 am

      Anni di social hanno profondamente cambiato il comportamento umano, per cui l’arroganza ha sostituito ogni educazione, e un’offesa ha sostituito il “buongiorno” con cui si entra in contatto con gli altri. Per non parlare del fatto che si sente come missione personale quella di girare per la Rete a correggere gli sbagli che tutti compiono 😀
      Quando tra mille anni i sociologi scopriranno che Marx è morto e gli anni Sessanta sono finiti, magari cominceranno a studiare il profondo mutamento sociale che i social network hanno apportato nell’umanità, ma per ora si chiedono ancora se quella novità del momento, la Televisione, faccia bene o male 😛

      Piace a 1 persona

       
  2. cinziablackgore

    maggio 10, 2021 at 9:38 am

    Spock incavolato è il massimo…😅 L’educazione chi non la usa nella vita “reale” non la usa neanche su internet… sto’ mondo degenere!😌

    Piace a 2 people

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 9:43 am

      Dal vivo comunque anche una persona maleducata ha delle remore, mentre grazie all’impunità digitale anche persone insospettabili diventano sgradevoli, abituate ormai alla maleducazione che impera nei social. È davvero un peccato, perché si potrebbero conoscere tante nuove persone interessanti – come mi è capitato sin da quando ho aperto i miei blog – e invece la passione per la polemica sembra essere sempre la regola.

      Piace a 1 persona

       
  3. Sam Simon

    maggio 10, 2021 at 9:42 am

    Impossibile non essere d’accordo con te! Sarà per questo che non frequento attivamente social, ora che ci penso…

    (e splendido l’uso di Spock in questo post!)

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 9:44 am

      L’arroganza di alcuni, che scambiano un blog per un social forum, fa perdere la pazienza pure a un vulcaniano! 😀
      Quando sono stato bandito da facebook sono rinato, e stando lontano da ogni forma di social ho ritrovato il piacere della socialità: non ho bisogno di polemizzare o offendere per parlare con qualcuno 😀

      Piace a 2 people

       
      • Catia in cucina

        maggio 10, 2021 at 11:15 am

        A però manchi. Sarà forse perché il mio giro è fatto di mamme e nonne, ma posso garantire che su fb esistono anche le persone educate. Un tuo ritorno continuo ad aspettarlo, chissà, magari pure sotto mentite spoglie 😃😎

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        maggio 10, 2021 at 11:26 am

        All’epoca su facebook avevo circa 400 amici, ovviamente alla fin fine parlavo sempre e solo con una decina di loro, comunque erano tutti educati, però negli otto anni in cui sono stato attivo in quel social ho visto chiaramente trasformarsi le persone, e comunque capitava sempre più spesso che arrivava lo sconosciuto che lasciava il commentaccio seccante.
        Così come oggi nei miei blog girano persone splendide ed educate, ma capita ogni tanto l’estraneo con cui sarebbe interessante confrontarsi ma è troppo aggressivo per riuscire a farlo.

        Piace a 1 persona

         
  4. Iuri Vit

    maggio 10, 2021 at 10:52 am

    Mi sento fortunato a gestire un blog che fa poche visite. Finché rimango nascosto non attiro certa gente. La mancanza di moderazione nei social network ha creato dei mostri. Anzi, li ha fatti uscire dal loro nascondiglio.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 10:55 am

      Guarda, ti capisco benissimo, ogni volta che mi chiedo cosa fare per far conoscere di più i miei blog subito mi blocco, perché significherebbe attirare molti più visitatori molesti e commentatori sgradevoli, quindi me ne sto più che bene per conto mio, a fare quel che mi piace e a parlare amabilmente con gli amici che mi vengono a trovare ^_^

      "Mi piace"

       
  5. Il Moro

    maggio 10, 2021 at 11:43 am

    Parole sante! Per fortuna il mio blog ne attira pochissimi, ma quegli stessi articoli condivisi su facebook spesso generano lì, trollate del genere, perché non si scomodano neanche a uscire dal loro amato social. Di solito ignoro o, quando sono in vena di riderci su, gli metto un like. Ma non rispondo neanche se mi pagano.

    Piace a 2 people

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 11:46 am

      I miei post vengono pubblicati in automatico su twitter, ma per fortuna riscuotono il più totale disinteresse, perciò quando ogni tanto vado a controllare trovo quel social giustamente silente. Tremo al pensiero di cosa uscirebbe fuori su facebook! 😀

      "Mi piace"

       
  6. Raffa

    maggio 10, 2021 at 11:45 am

    Hai sbagliato tutto!
    No, scherzo, ovviamente. 🙂 Purtroppo qualche commento incivile capita, ma credo sia inevitabile. Non frequento altri social, per cui non posso confrontare.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 10, 2021 at 11:48 am

      Volevo fissare la netiquette così che ai prossimi scocciatori posso inviare questo post per spiegare come mai dai loro commenti non è nata una discussione proficua 😉

      Piace a 1 persona

       
  7. Madame Verdurin

    maggio 11, 2021 at 10:20 am

    Capisco e condivido il tuo fastidio per i maleducati e gli irrispettosi. Per fortuna cine-muffin ha pochissimi (ma buonissimi!) frequentatori, tutti gentili ed educati. A volte abbiamo idee opposte ma ci confrontiamo sempre con toni educati e civili, e vengono fuori a volte discussioni davvero stimolanti. Mi è successo solo uan volta di essere attaccata con violenza da un che non era d’accordo con il mio voto basso e mi ha insultato, ma per fortuna non è mai più tornata. Infatti è questo il bello, se un sito o blog non ti piace semplicemente vai su un altro, ma quale sarà mai il problema?

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 11, 2021 at 11:23 am

      Proprio quando un commentatore la pensa in modo diverso c’è la possibilità di confrontarsi e capire le motivazioni dell’altro: se però la conversazione inizia in modo brusco, per non dire maleducato, è davvero difficile che ne nasca qualcosa di buono.

      "Mi piace"

       
  8. Obsidian M.

    maggio 11, 2021 at 8:25 PM

    A me le risse sui blog piacciono, ma solo quelle che avvengono sui blog degli altri! Quel paio di furbetti che, in dieci anni, hanno appena accennato ad alzare i toni da me sono stati prontamente accompagnati alla porta. Che poi “alzare i toni” non significa necessariamente buttarla in caciara… basta che uno sia poco attento alla forma e subito si alza il sopracciglio

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 11, 2021 at 8:33 PM

      Condivido in pieno la descrizione del “sopracciglio alzato”, per quei casi che non sono proprio palesi ma… bastava poco per farne dei commenti interessanti, senza far alzare il sopracciglio 😛

      "Mi piace"

       
  9. gioacchino di maio

    maggio 11, 2021 at 9:40 PM

    Mi è capitato anche a me di un anonimo che mi disse che scrivevo male i post come un bambino delle elementari, ma non si è degnato di dirmi cosa c’era per lui di sbagliato. Per fortuna su blogger prima di approvare un commento lo si può leggere e decidere. Ma per altro mi ha dato fastidio che non avesse un nome, nascondendosi sotto uno pseudonimo, quindi avrei parlato con un perfetto sconosciuto come dici tu che ti entra in casa e ti dice che hai sbagliato tutto.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 11, 2021 at 9:47 PM

      Molti usano l’anonimità o anche solo l’impunità che consente la Rete per parlare senza filtro: non so cosa li diverta del dare giudizi sgradevoli a degli sconosciuti, se non il gusto di offendere a casaccio. Gente da tenere fuori dalla propria casa digitale 😛

      "Mi piace"

       
  10. Kukuviza

    maggio 13, 2021 at 5:15 PM

    Aaaaaaaah mi sono persa il flame!
    Interessante comunque la storia che i fan di seagal si incazzano e quelli di van damme no. Sociologia dei fan di attori da menare.

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 13, 2021 at 5:18 PM

      Sarà un caso, ma solo i fan di Seagal hanno lasciato commenti sgradevoli e offensivi: ci sarà un motivo, no? 😀

      "Mi piace"

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: