RSS

[Pseudobiblia] Copycat (1995)

05 Mag

Continuo a parlare del film “Copycat – Omicidi in serie” (Copycat, 1995) di Jon Amiel, che ho visto recentemente su Prime Video, ma stavolta in merito squisitamente pseudobiblico: infatti la protagonista Helen Hudson (Sigourney Weaver), fra le più grandi esperte di assassini seriali, ha scritto un saggio che viene lasciato intendere sia quasi la Bibbia dell’argomento: “The Mind of a Serial Killer“.

Questo libro lo vediamo la prima volta a casa dell’assassino a cui la polizia sta dando la caccia, un crudele omicida specializzato nel copiare delitti famosi (da cui appunto il titolo del film), ma lo vediamo anche nella “biblioteca personale” della cella del criminale che la Hudson ha contribuito a catturare.

Il giovane Harry Connick jr. si cala nei panni del perfido e schizzato Daryll Lee Cullum che, una volta incarcerato e diventato famoso per essere stato un assassino seriale, ha sfornato l’immancabile libro da vertici delle classifiche: “My Life with a Knife“.

Poteva non dedicarne una copia alla criminologa che l’ha fatto arrestare?

Però regalare un libro così, normalmente, pare brutto: rendiamo l’esperienza unica… e usiamo un dito umano come segnalibro!

Potremmo pensare che si tratti di un semplice oggetto di scena, un libro finto di cui sono state stampate solo la copertina e la pagina del titolo, invece un primo piano ci dimostra che è un libro vero.

Lo stesso primo piano mi consente di copiare qualche riga e cercarla nei grandi database della Rete, scoprendo che per girare questa scena è stata usata una copia del romanzo “Assumed identity” (1993) di David Morrell, portato in Italia nel 1994 da Sonzogno con il titolo “Falsa identità“. Chi l’avrebbe mai detto che l’autore di Rambo si sarebbe trovato a prestare un libro per fingere sia di un assassino seriale?

Morrell sarà stato informato di questo trucchetto del film? È uno molto attento ai diritti delle sue opere, per me se lo viene sapere… scatena una guerra che neanche se la sognano!

L.

– Ultimi post simili:

 
9 commenti

Pubblicato da su maggio 5, 2021 in Pseudobiblia

 

Tag:

9 risposte a “[Pseudobiblia] Copycat (1995)

  1. Madame Verdurin

    maggio 5, 2021 at 9:38 am

    Ho appena deciso il mestiere che voglio fare: ghostwriter per i finti libri che compaiono in film e serie tv! A parte che inventare titoli e quarte di copertina sarebbe uno spasso, ma si eviterebbero anche molte beghe legali che potrebbero sorgere rubando libri già editi senza permesso… 🙂

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 5, 2021 at 9:50 am

      E’ un peccato che figure professionali molto in gamba lavorino tanto per oggetti di scena inquadrati solo per qualche fotogramma. Pensa a quelli che devono davvero impaginare copertine di finti libri, con foto di attori spacciati per scrittori, con titoli altisonanti e tutto il resto. E alla fine l’oggetto viene inquadrato per un paio di secondi e poi sparisce per sempre. E’ un mestieraccio, anche se richiede un grande senso artistico: pensa a creare oggetti che invece poi diventeranno di culto! Gli autori del cubo di “Hellraiser” o del Necronomicon di “Evil Dead” ricevono ancora bei soldi per oggetti di scena di trent’anni fa 😛

      Piace a 1 persona

       
  2. cinziablackgore

    maggio 5, 2021 at 9:39 am

    Speriamo che l’ abbiamo informato davvero, i diritti d’autore sono sacri!

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 5, 2021 at 9:47 am

      Tecnicamente nessuno sa che quel libro è mostrato nel film, solo grazie a questa copia ad alta risoluzione sono riuscito a leggere qualche riga e a poter risalire all’autore, quindi è facile che non sia stato neanche avvertito.

      "Mi piace"

       
      • cinziablackgore

        maggio 5, 2021 at 9:55 am

        Oh cribbio…!

        Piace a 1 persona

         
      • Conte Gracula

        maggio 6, 2021 at 1:36 am

        Magari rientra come “fair use” 😛
        Immagino se ne veda molto meno del 15% 😀

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        maggio 6, 2021 at 7:40 am

        Tecnicamente è invisibile, visto che dubito con il DVD si possa avere il livello di dettaglio per leggere le frasi del libro, inquadrato per pochi fotogrammi: quindi prima dell’avvento del Blu-ray o delle piattaforme streaming ad alta risoluzione dubito che qualcuno abbia mai potuto scoprire Morrell nascosto nel film. E anche ora dubito che qualcuno a parte me si sia messo a fare certe “indagini” ^_^

        Piace a 1 persona

         
  3. Kukuviza

    maggio 5, 2021 at 6:25 PM

    Ahaha Lucius sei un investigatore coi controfiocchi! Se mr morrell dovesse avere, una sera, un attacco di autogooglite e arrivare qua… ahaha chissà cosa succederebbe!

    Piace a 2 people

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: