RSS

Summer Blog Tag 2019

04 Set

Photo by Pexels.com

Malgrado io non ami le catene di San Tag-tonio, cedo alla sfida lanciatami dal Conte Gracula, con un Summer Blog Tag che a quanto ho capito deriva dal blog Inchiostronoir.

Riporto le regole direttamente dall’articolo di Inchiostronoir:

Le regole del tag sono semplici: se volete partecipare, basta rispondere e taggare a vostra volta chiunque desiderate (uno, dieci, centomila blog come volete). Potete girare agli altri blogger le stesse domande, oppure scriverne altre; anche in questo caso, c’è totale libertà di scelta.

Prendo le domande direttamente dal citato blog:

1. Cosa stai leggendo al momento?
Rambo and Me: The Story Behind the Story, un delizioso saggio (ovviamente inedito in Italia) con cui il romanziere David Morrell ricostruisce come è nato il suo personaggio di Rambo. Il testo (ovviamente in eBook) rientra nel mi lavoro di ricerca per lo speciale di settembre “Rambo: un blogtour che non vi sognate neppure“, che mi sta portando a leggere e tradurre tanti testi interessantissimi degli autori originali del mito.

2. Una delle letture più interessanti di questa estate.
Alien: Isolation. Quando è uscito, il 30 luglio scorso (ovviamente inedito in Italia), mi sono detto: un romanzo tratto da un videogioco… Andiamo! Sarà tutto un “prendi la chiave, usa la chiave”, come purtroppo pessimi autori ci hanno insegnato. Invece Keith R A DeCandido è un autore geniale che ha saputo tirare fuori oro da semplici strumenti di ferro che gli sono stati forniti. Per la prima volta dalla sua nascita, nel 1983 dalla penna di James Cameron, Amanda Ripley ha finalmente quello spessore che tutti noi fan aspettavamo. Un romanzo splendido, che sarebbe bello vedere un giorno tradotto in italiano.

3. Qual è la tua lettura preferita di quando eri bambino?
Da piccolo non amavo leggere, finché i miei non mi spingevano a farlo e allora mi perdevo nei romanzi. Di sicuro Jules Verne è stata la mia lettura preferita, anche se il mio cuore rimane segnato per sempre da I ragazzi della via Paal di Ferenc Molnár.

4. Quale lingua straniera ti piacerebbe imparare?
Non lo so e non mi interessa: non ho più l’elasticità mentale di imparare una nuova lingua. Mi tengo stretto l’inglese imparato bene a scuola, da ragazzo, e cerco di allenarlo sempre.

5. Il tuo luogo ideale per le vacanze?
A casa, a fare quello che faccio per passione tutti i giorni, ma con più tempo a disposizione.

6. Campeggio, sì o no?
Non lo so, non ho mai preso in considerazione la cosa.

7. Con una foto, mostra qual è la tua massima idea di relax estivo.
Non ho alcuna idea di relax estivo.

8. Pizza con l’ananas: grande idea oppure peccato degno di un girone infernale?
Noto che negli ultimi tempi la pizza con l’ananas è diventata molto più protagonista di quanto meriterebbe, con tutti che hanno un’opinione in proposito ma peggio ancora che la citano quando non hanno più nulla di interessante da dire…

9. Un libro che vorresti leggere ma ti mette in soggezione?
Un difetto che mi è rimasto da bambino è che mi mettono paura i libri voluminosi, anche se oggi leggo unicamente in digitale e non vedo la “voluminosità” dei libri: appena apro un eBook, però, guardo subito la lunghezza. Ho letto libroni lunghissimi senza problemi, ma quando alcuni anni fa sono caduto nel gorgo del “blocco del lettore” è diventato per me molto difficile leggere narrativa, e dover affrontare 700 pagine di allungamenti di brodo per una trama che non basterebbe per 20 è una cosa che non sono più disposto a sopportare.
Invece soffro per i testi di saggistica che vorrei leggere ma non ho il coraggio di affrontare, come per esempio Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza di Julian Jaynes che da anni mi guarda dallo scaffale di casa…

10. Qual è la tua idea di “cagata pazzesca” alla Fantozzi (ovvero film e/o libri considerati capolavori, che reputi pretenziosi e per nulla interessanti)?
Gestendo un blog votato ai filmacci, ho scoperto non solo cinquanta sfumature di Z ma interi universi sconosciuti di cialtronaggine: che belli i tempi in cui si credeva che “peggio di così non possono fare…”.


Non nomino nessuno: sentitevi liberi di partecipare a questo San Tag-tonio!

L.

 
15 commenti

Pubblicato da su settembre 4, 2019 in Uncategorized

 

15 risposte a “Summer Blog Tag 2019

  1. Conte Gracula

    settembre 4, 2019 at 9:31 am

    Alla fine, ti ho portato a cedere alle taggherie! San Tag Tonio apprezza, ne son sicuro ^^
    Il crollo della mente bicamerale etc. lo conosco solo da citazione fantascientifica, l’argomento mi incuriosisce. Secondo me, c’è chi da quello stato non è mai uscito, nemmeno oggi 😛

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 4, 2019 at 9:38 am

      La prima volta l’ho sentito citare in un audio-documentario di Odifreddi, e l’argomento mi ha affascinato parecchio. Ma non ho il coraggio di affrontare un volumone del genere, non sapendo neanche se sia scritto in linguaggio tecnico per “addetti ai lavori”.

      Piace a 1 persona

       
  2. inchiostronoir

    settembre 4, 2019 at 10:21 am

    Grazie per l’interesse!

    Non sono un amante delle catene di San Tag Tonio, ma utilizzo questi tag per far conoscere altri blog interessanti ai miei follower o lettori occasionali! Comunque, l’origine di questo tag è il blog Bibliotefantasy, da visitare!

    Piace a 1 persona

     
  3. Celia

    settembre 4, 2019 at 1:31 PM

    La pizza con l’ananas.
    E’ peggio che sentir parlare dei tagli agli stipendi dei parlamentari.

    Piace a 1 persona

     
  4. theobsidianmirror

    settembre 4, 2019 at 8:19 PM

    Anche il solo frequentare un blog votato ai filmacci permette di scoprire le cialtronaggini di cui sopra.. Il vantaggio è che si fa meno fatica ^_^

    Piace a 2 people

     
  5. Kuku

    settembre 12, 2019 at 8:59 PM

    a questo punto devo leggere un romanzo “prendi la chiave, usa la chiave”…
    Oddio. ma di cosa parla Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza? Già il titolo mette soggezione, a dire il vero. Che poi sta parola “bicamerale” ha un sapore così politicheggiante!
    la risposta 8… 😀

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      settembre 12, 2019 at 9:42 PM

      L’idea è intrigantissima. L’autore ipotizza (credo anche dimostri, ma non so quanto sia una cosa accettata) che nell’antichità dei poemi omerici i nostri antenati credessero che la voce che sentivano nella propria testa fosse al voce di un dio, cioè qualcosa di esterno al corpo: c’era la propria mente e poi un dio che ci parlava dentro. La coscienza nasce proprio dalla consapevolezza che quella voce siamo sempre noi!
      Ovviamente non ho letto il libro quindi rischio di sbagliare, ma l’idea dovrebbe essere quella: addirittura (ma vado a memoria) si ipotizza di una struttura cerebrale ancora primitiva, o comunque diversa dalla nostra, che rendeva ancora più netta la separazione di questa “voce interiore”.

      "Mi piace"

       
      • Kuku

        settembre 14, 2019 at 1:59 PM

        Questa cosa qui dovrebbe se non sbaglio valere anche per il discorso dei sogni, che prima era qualcun altro che ce li metteva in testa e poi da freud in poi, o forse anche prima, è sempre farina del proprio sacco.
        dai Lucio, attacca il libro!

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 14, 2019 at 2:06 PM

        Ahaha ora sono incastrato: ecco perché non voglio mai fare catene di San TagTonio! 😀

        "Mi piace"

         
      • Celia

        settembre 14, 2019 at 3:21 PM

        Potrebbe interessarti anche un libro della Cantarella sullo stesso tema, più o meno: “Sopporta, cuore… La scelta di Ulisse”.
        Tema difficile, l’individuazione del “momento” e della modalità con i quali la coscienza intesa modernamente si forma e si stacca dalla concezione antica; ma lei è un asso e si fa comprendere benissimo.
        Breve e incisivo!

        https://www.libraccio.it/libro/9788842092445/eva-cantarella/sopporta-cuore-scelta-di-ulisse.html

        Piace a 1 persona

         
      • Lucius Etruscus

        settembre 14, 2019 at 3:26 PM

        La Cantarella la adoro, quindi già mi hai convinto! ^_^
        Ora che ci penso ho un po’ di suoi audio da parte che meritano di essere rispolverati, questa settimana entrante 😉

        Piace a 1 persona

         
      • Celia

        settembre 14, 2019 at 3:44 PM

        Ottimo… mi ricordo che ne hai parlato di recente, infatti 🙂
        Ho visto che c’è una nuova edizione, ma a me piace questa tascabile con la copertina verde, che avevano pubblicato in occasione del festival Filosofi lungo l’Oglio.

        Piace a 1 persona

         
  6. landiivano

    ottobre 6, 2019 at 7:05 PM

    Pensa che io un paio di anni fa ho lanciato su Facebook il tag “I dieci libri del desiderio”, che si è propagato a macchia d’olio e credo circoli ancora. Si trattava di elencare i “dieci libri che vogliamo leggere da una vita ma non capita mai”. Tra i miei dieci c’era anche “Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza”. Inutile dire che è ancora non letto…

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      ottobre 6, 2019 at 7:08 PM

      Davvero? UAU allora è vero che le grandi menti pensano all’unisono ^_^
      Il libro è ancora là sullo scaffale che mi guarda, dopo che l’ho salvato dal secchione della differenziata: chissà che un giorno finalmente mi decida a leggero. (Comunque, nel caso, sarà un’edizione digitale, quindi il libro rimarrà là sullo scaffale!)

      Piace a 1 persona

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: