RSS

Umbrella Academy: Sono il numero 7 (2019)

01 Mar

Come sa chi segue il mio blog di fumetti, sono da tempo immemore grande fan della Dark Horse Comics, casa che ha sempre cercato di mantenersi alternativa alle “supertutine” di DC e Marvel e di lasciare spazio creativo ai propri autori, lontani dalle trappole e i legacci della continuity. Non importa se un personaggio deve rispettare sessant’anni di fumetti pregressi, se un autore ha in mente una buona storia, la scriva e basta.

Biblioteca paterna: non sono riuscito a capire se siano tutti libri “falsi”

Nel 2007 la casa ha iniziato a raccontare le vicende di una specie di X-Men, sette ragazzi nati con misteriose potenzialità ed addestrati alla Umbrella Academy, da cui il titolo della serie, scritta da Gerard Way. Questo 2019 il fumetto è stato trasformato in serie televisiva da Netflix, sempre alla ricerca di spunti con cui riempire i suoi palinsesti.
Così la prima grande saga dei personaggi – “Apocapyse Suite“, che trovate su Amazon a circa 10 euro – diventa la base per una serie di cui a malapena sono riuscito a sopportare il primo episodio.

Roba vista mille volte, una minestra riscaldata per adolescenti e tonnellate di inutile ottima musica sparata a casaccio nei momenti più sbagliati. Bah, Netflix riesce ogni giorno a deludermi in modi nuovi.
Però, per fortuna, c’è un “libro falso”.

All’inizio del primo episodio vediamo il ritorno a casa dei protagonisti, fra cui Vanya Hargreeves (Ellen Page), che nella biblioteca paterna trova una copia del proprio libro: “Extra Ordinary. My Life as Number Seven“.

Vanya, che in famiglia chiamano appunto Numero 7, è cresciuta sapendo di non aver alcun potere, una delusione per il padre: sarà vero? E sarà questo dolore ad averla spinta a scrivere in un libro i segreti scabrosi della Umbrella Academy? Ovviamente gli altri fratelli non l’hanno presa bene.

Lo pseudobiblion nel fumetto del 2007

A parte questa chicca, il resto dell’episodio è bla bla bla al di là di qualsiasi banalità. Non ha una sola briciola della freschezza narrativa che almeno un tempo dimostrava la Dark Horse.

L.

– Ultimi post simili:

 
2 commenti

Pubblicato da su marzo 1, 2019 in Pseudobiblia

 

Tag:

2 risposte a “Umbrella Academy: Sono il numero 7 (2019)

  1. Cassidy

    marzo 1, 2019 at 8:32 am

    Per rendermi insopportabile un fumetto di super eroi, con scimmie e gorilla, bisogna proprio impegnarsi, ma ho sempre avuto problemi con Gerard Way anche quando faceva il “cantante”. La serie la sto ancora vedendo, ma dopo tre episodi sono seriamente interessato a mollarla lì, ti avevo preparato un’immagine con il libro, ma non sei un investigatore bibliofilo mica per niente 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      marzo 1, 2019 at 8:44 am

      Ti ringrazio in ogni caso, e solo perché avevo la febbre ho visto questa serie: hai presente quando metti su qualcosa “a sciupo”, tanto non ci stai con la testa? E invece niente, i libri falsi fanno capolino dappertutto! 😀

      Piace a 1 persona

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: