RSS

[Books in Movies] Total Recall (2012)

28 Mag

Il 18 aprile 2018 il canale TV8 ha trasmesso Total Recall – Atto di forza (2012) Len Wiseman, finto remake del mitico Atto di forza (Total Recall, 1990) ispirato ai romanzi di Philip K. Dick. In realtà questo film moderno è un semplice sfoggio di effetti speciali ed ottime scene d’azione: non ha trama e non fa neanche finta di rifarsi al vecchio film, è un semplice flusso di potenza visiva. Curiosamente ha ricevuto molte critiche da chi invece di solito esalta il cinema superficiale: è diretto dallo stesso creatore di Underworld (2003) che è un film di rara bruttezza e stupidità, eppure riscuote grande credito fra il pubblico…

Sul Zinefilo ho presentato i rari titoli di testa italiani di Total Recall, ma ora è il momento di una simpatica chicca libraria.

Trasporto moderno, lettura antica

Durante il suo viaggio quotidiano in uno speciale macchinario, che lo porta dall’altra parte del pianeta, il protagonista Douglas Quaid (Colin Farrell) ne approfitta per leggere. Ovviamente è una simpatica scena in cui si strizza l’occhio al fatto che in un futuro super-tecnologico il protagonista legga quanto di più “vecchio” si possa pensare in un film del genere: un libro cartaceo.

Visto che il protagonista si ritroverà a vivere una specie di spy story, è una trovata divertente fargli leggere “La spia che mi amava” (The Spy Who Loved Me, 1962), da cui il film omonimo del 1977 con Roger Moore. È apparso in Italia nel 1966 nei “Romanzi” Garzanti con il titolo La spia che mi amò finché nel 1991 la Mondadori non l’ha ripresentato nei suoi Oscar con il titolo del film.
Per un attimo però mi è sembrato che la copertina indicasse un altro romanzo: You Only Live Twice, e per un personaggio che in realtà vive due vite… “si vive solo due volte” sarebbe stato un titolo perfetto!

Una spia inconsapevole che si “tiene aggiornato”

La particolarità dell’edizione mostrata è che fa parte della splendida collana che nel 2002 la Penguin Books americana ha dedicato ai romanzi con James Bond: una ristampa completa con splendide copertine disegnate da Richie Fahey.
Il blog The Book Bond ci informa che per la prima volta tutti i romanzi di Ian Fleming vengono presentati ai lettori americani, i quali tramite quelle copertine “scoprono” che le storie di James Bond sono ambientate negli anni Cinquanta/Sessanta: in precedenza gli editori americani avevano sempre usato copertine molto moderne, di più forte richiamo.

Ecco di seguito la copertina del romanzo usato nel film e di seguito le splendide altre copertine, prese dal blog citato: cliccate per ingrandire.

Penguin Books, settembre 2003

 

L.

– Ultimi post simili:

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su maggio 28, 2018 in Books in Movies

 

2 risposte a “[Books in Movies] Total Recall (2012)

  1. Cassidy

    maggio 28, 2018 at 8:46 am

    Alla fine il remake inutile di “Atto di Forza” merita più per tutto quello che ruota attorno al film (tipo il “Triple” motivo a cui hai già dedicato un post Zinnefilo) che per il film stesso. Il fanatico di James Bond in me ha molto apprezzato! Cheers

    Piace a 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      maggio 28, 2018 at 8:53 am

      Almeno ci regala un po’ di aspetti secondari intriganti: molti film non ci regalano neanche quelli primari 😛

      Mi piace

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: