RSS

La cultura pop di Pierina (1982)

15 Dic

Il 1° maggio 1982 esce nei cinema italiani un instant movie che sfruttava l’irrefrenabile successo di un personaggio che aveva conquistato la cultura pop italiana in un solo anno. Nel solo 1981 Alvaro Vitali esce al cinema con “Pierino contro tutti” (settembre) e “Pierino medico della SAUB” (dicembre), e a fine dicembre esce pure “Pierino il fichissimo” con il sostituto Maurizio Esposito.
A gennaio 1982 esordisce il toscano capellone Giorgio Ariani con “Pierino la peste alla riscossa“, a maggio Roberto Gallozzi con “Che casino… con Pierino!” ma intanto a febbraio Alvaro Vitali si riprende il personaggio con “Pierino colpisce ancora“. In mezzo a questa giungla pierinesca non sfigura di certo la versione femminile “Quella peste di Pierina” di Michele Massimo Tarantini.

La cantante-ballerina romana Marina Marfoglia si presta ad imbruttirsi nel ruolo di giovane monella e soprattutto accetta di avere come sorella maggiore una Carmen Russo mozzafiato. (Curiosamente il rapporto era invertito, visto che all’epoca dell’uscita del film la Marfoglia aveva 36 anni e la Russo 23.) Tra battute sui Carabinieri e barzellette trasformate in sketch il film prosegue con ben poca ispirazione: quando a metà storia entra in scena Oreste Lionello, così sopra le righe che neanche si vedono più le righe, il prodotto defunge.

Ciò che mi interessa citare è la canzone dei titoli di testa, un vero e proprio Bignami della cultura pop italiana di inizi anni Ottanta, cantata in perfetto stile “cartone animato”. (Ovviamente dell’epoca pre-Cristina D’Avena.)
La musica è di Franco Campanino e a cantare è Ro Mallardo.

Pierina, Pierina, non è una bambina,
ma è molto vicina a un UFO Robot.

Ecco subito nelle prime strofe citato “Atlas UFO Robot“, farlocco titolo italiano con cui Rai2 dal 1978 mandava in onda “UFO Robot Grendizer“: chissà se il nome Goldrake aveva qualcosa a che vedere con l’omonimo eroe dei fumetti spy-erotici anni Sessanta?

A Goldrake gli ha fatto dire prey.
A Godzilla gli ha tolto una tonsilla.

Non sono sicuro di quel “prey”, non capisco bene cosa dica la cantante, ma ciò che conta è che sia citato Goldrake e Godzilla, il presente e il passato della cultura pop d’origine giapponese. Dall’agosto 1957 infatti Godzilla imperversava sui nostri schermi, grandi e piccoli, a dimostrazione di quante generazioni siano cresciute con prodotti del Sol Levante.

A Mazinga gli ha fatto una siringa.
E Capitano Harlòck, è ancora sotto shock

Poteva mangare Gurēto Majingā, il Great Mazinger che dal 1979 aveva seguito Goldrake sugli schermi televisivi? Sempre dal ’79 era arrivato kyaputen Hārokku, quel Capitan Harlock che per ragioni metriche diventa Harlòck. Ricordo ancora il piccolo Etrusco che pressava i genitori per comprare l’album di figurine del personaggio: non ho idea se poi ho proseguito la raccolta delle figurine, visto che avevo albi a iosa da curare.

Pierina, Pierina, per farla star buona,
la cara nonnina le fa il karatè.

Dagli anni Sessanta prima il judo poi il karate avevano invaso l’Italia – come eco di un’invasione mondiale – e dagli anni Settanta il cinema marziale aveva conquistato ogni pur minuscolo ambito della cultura popolare italiana: negli anni Ottanta ci sono le ultime briciole di una cultura marziale pop ormai morente – la cui bara verrà sigillata dalle Tartarughe Ninja – ma per fortuna nel 1982 si poteva ancora dire “karatè” senza che i genitori si indignassero e temessero violenza mortale.

Al centro spaziale han fatto partire
un raggio vettore con la sua pipì.
E a tutti gli eroi di Guerre Stellari
lei gli vuole fare un culo così.

Quanta poesia, quanta signorilità in questi versi… Comunque da neanche due anni era uscito in Italia “L’Impero colpisce ancora” (1980) quindi Guerre Stellari era un tema “caldo”.

Come si vede, un prodotto massimamente commerciale già dalla sigla fa di tutto per attingere ad una cultura pop condivisa che sapeva essere ben nota agli spettatori. Potrà non piacere, ma le citazioni presenti in questa canzoncina rappresentano la cultura italiana pop dei primi anni Ottanta.

Un manifesto della cultura pop anni ’80

Chiudo con la citazione da “Archeo Edicola“.

Non puoi sederti in panchina che arriva un estraneo a leggere a sbafo

Gianmaria (il noto caratterista Lucio Montanaro) si siede su una panchina e inizia a leggere a sbafo il libro di un estraneo, che ovviamente dopo un po’ si secca. Si riconosce subito un numero della storica collana “I Grandi Western Longanesi“, che però era già chiusa da anni all’epoca del film: perché mostrare a favore di camera un libro ormai recuperabile solo nei mercatinid dell’usato? Se la Longanesi ha pagato per questa marchetta cinematografica, perché non mostrare prodotti attuali, come aveva fattola Garzanti in Squadra volante (1974)?

“I Grandi Western Longanesi” n. 79 (7 novembre 1973)

Comunque il libro inquadrato è il numero 79 (7 novembre 1973) della collana: “Spara fratello spara” (Trail North, 1968) di di Al Cody (Archie Joscelyn). E, come mostro qui sotto, nel novembre 1980 la copertina del libro diventa chiaramente la base per il numero 241 di “Tex” (Bonelli), la cui copertina è firmata come sempre da Galep (Aurelio Galleppini).

“Grandi Western” n. 79 (7 novembre 1973) / “Tex” 241 (novembre 1980)

L.

– Ultimi post simili:

Annunci
 
11 commenti

Pubblicato da su dicembre 15, 2017 in Archeo Edicola

 

11 risposte a “La cultura pop di Pierina (1982)

  1. Kukuviza

    dicembre 15, 2017 at 7:50 am

    Sono ancora sotto shock, come il povero capitano Harlock, per il razzo vettore che parte con la Pierina pipì. Ma come si può anche solo immaginare una cosa del genere?
    Comunque, lo sconosciuto che legge il libro potrebbe essere Pierluigi Ferrari, che lavorava spesso con Verdone? Mi pare che ci somigli, anche se davvero temo di avere la pareidolite, vedo somiglianze dappertutto.

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      dicembre 15, 2017 at 8:15 am

      Il nome non lo ricordavo ma anch’io ho pensato proprio a quell’attore dei mitici sketch di Verdone. Però guardando la scena “in movimento” la somiglianza svanisce…

      Mi piace

       
  2. Cassidy

    dicembre 15, 2017 at 9:17 am

    Sto cercando di immaginare quanto potrebbe essere grande una tonsilla di Godzilla.
    Ma soprattutto le dimensioni del gelato da dare al povero lucertolone dopo l’operazione di esportazione 😉 Cheers

    Liked by 2 people

     
  3. Conte Gracula

    dicembre 15, 2017 at 9:19 am

    Non esattamente un testo ispirato… magari adatto al film, non so, non l’ho visto e non me ne pento. Superati gli undici anni, i film pierineschi avevano perso tutta la loro attrattiva, per me 😛

    Liked by 1 persona

     
  4. Ivano Landi

    dicembre 16, 2017 at 8:22 am

    Pericolo abbondantemente scampato per me. Mi piace la commedia sexy italiana ma solo fino a circa metà anni settanta. Della produzione successiva, non ricordo di aver mai retto la visione di un film per più di dieci minuti.

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      dicembre 16, 2017 at 8:25 am

      Purtroppo è quello l’amato trash che viene esaltato, dimenticandosi da dove viene e come ha snaturato tutto.

      Mi piace

       
  5. Emanuele

    dicembre 18, 2017 at 8:37 am

    Quanto mi stava sulle palle quando la boccavo sui canali regionali da piccolo…
    Ma anche gli altri Pierino che non erano Alvaro Vitali non li sopportavo, mai quanto lei ma ci andavano vicino!

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      dicembre 18, 2017 at 8:38 am

      D’accordissimo. Alvaro Vitali non è che fosse un gentleman, eppure il suo Pierino era incredibilmente meno volgare degli altri pierini-cloni, davvero insopportabili.

      Liked by 1 persona

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: