RSS

[Books in Movies] Poltergeist (1982)

27 Giu

Craig T. Nelson che finge di leggere ma in realtà guarda la TV

Con mia grande soddisfazione continuano le segnalazioni ghiottissime, e questa settimana seguendo il consiglio di The Obsidian Mirror ho rivisto con occhi più attenti il celebre film horror “Poltergeist. Demoniache presenze” (1982) diretto da Tobe Hooper dietro lo sguardo attento e pressante di Steven Spielberg.
Per sapere tutto sul film rimando ai blog The Obsidian MirrorLa Bara Volante e Malastrana VHS.

Giuro che non ci avevo mai fatto caso, ma in pratica Poltergeist è un unico, enorme, lungo spot televisivo: va bene che Spielberg e il suo compagno di merende George Lucas sono due che prima di pensare alla trama di un film già hanno firmato contratti per il merchandising, ma qui si è un tantino esagerato con il product placement: ogni inquadratura contiene una “marchetta” a qualcosa. Magari non tutti sono spot pagati, magari c’è qualche omaggio, ma di sicuro una televendita televisiva ha meno pubblicità!
Per diverse fanta-chicche vi rimando al ricco post del mio blog 30 anni di Aliens: qui mi preme parlare di… Ronald Reagan!

Una canna e un libro su Reagan: accoppiata fatale!

Come Obsidian Mirror mi segnala, quando i coniugi Freeling – Diane (una JoBeth Williams bella come il sole) e Steve (il mito Craig T. Nelson) – si ritirano nella loro camera da letto, ad inizio film, davanti alla TV immancabilmente accesa avvengono due riti all’apparenza contrapposti. Diane si rolla quella che plausibilmente è una canna, mentre Steve si dedica ad una lettura schizofrenica, passando con gli occhi dallo schermo della TV al libro. E che libro!

Si tratta di “Reagan: the Man, the President“, una biografia scritta da alcuni corrispondenti del “The New York Times” capitanati da Hedrick Smith. (Che per misteriose ragioni viene spesso scritto Hendrick, con la “n”.)
Edito da Macmillan nel 1980, prima ancora che iniziasse il mandato di Ronald Reagan come Presidente degli Stati Uniti d’America (20 gennaio 1981 – 20 gennaio 1989), il saggio arriva già nel 1981 in Italia – prima del film! – grazie alla mitica Editoriale Corno, con la traduzione di Alda Carrer ed Elide Martini. (Due notissime traduttrici dell’epoca.)
Da notare che la Corno ha ristampato il libro già nel 1982: chissà che non l’abbia fatto quando ha visto su grande schermo il testo citato…

Prima edizione Macmillan 1980 – Prima edizione Editoriale Corno 1981

La rivista “Peoplecosì parla del libro il 16 febbraio 1981

«Invitare un quintetto di giornalisti del “Times” a scrivere saggi su che tipo di presidente sarà Ronald Reagan, e come saranno i prossimi quattro anni, dà come risultato una serie di caute valutazioni provvisorie. Hedrick Smith di Washington discute la visione del mondo di Reagan e valuta le sue qualità di leader. Robert Lindsey di Los Angeles stila una biografia e racconta gli anni di Reagan come governatore della California. Adam Clymer, che ha coperto la campagna del 1980, descrive il Regan politico. Richard Burt, definito “corrispondente della Sicurezza Nazionale”, contribuisce con un breve capitolo intitolato “Arms and the Man”. Leonard Silk, esperto d’economia, racconta che la politica economica interna di Reagan per i quattro anni a venire rimane qualcosa di misterioso, il che non è un modo promettente per iniziare un capitolo che dovrebbe quanto meno lanciare qualche reale previsione. Per chi avesse letto i giornali negli ultimi sei mesi, non c’è niente di nuovo. Ma va data una A al “Times” per l’ambizione e l’aver fatto uscire questo libro così in fretta. (Macmillan, $9.95)»

Steven Spielberg, Tobe Hooper e Craig T. Nelson
Dalla foto mi sembra evidente CHI veramente ha diretto il film…

Non mi intendo molto di politica americana, ma leggo che Reagan era repubblicano come Nelson, mentre Spielberg è democratico. Quindi abbiamo un autore democratico che mette una biografia d’un repubblicano in mano ad un attore repubblicano, un libro che parla di qualcuno che sta per arrivare a cambiare il Paese… letto in una casa in qui “qualcosa” sta per arrivare a spaventare tutti a morte. Insomma, siamo autorizzati a pensare a uno scherzetto niente male, tirato da Spielberg alla nuova classe politica appena instaurata.

Purtroppo nella novelization del 1982 di James Khan (“Urania” n. 940, 20 marzo 1983, trad. di Marco e Dida Paggi) del libro non c’è traccia.

«Steve sedeva sul letto in pantaloni corti; si stava arrotolando uno spinello mentre guardava un vecchio film con Humphrey Bogart alla TV. Diane saltò sul letto e si sedette accanto a lui.
[…] Si baciarono. Sullo schermo della TV ai piedi del letto Humphrey Bogart stava baciando Lauren Bacall. Su un tavolino accostato alla parete due statuine si facevano l’inchino.»

La scena viene descritta sbrigativamente e del libro su Reagan non c’è traccia: che sia un’aggiunta successiva di Spielberg?

L.

– Ultimi post simili:

Annunci
 
6 commenti

Pubblicato da su giugno 27, 2017 in Books in Movies

 

6 risposte a “[Books in Movies] Poltergeist (1982)

  1. Cassidy

    giugno 27, 2017 at 9:06 am

    Secondo me la scelta proprio di questo libro è una stoccata piazzata da Spielberg (vero regista del film) ad una generazione di Yuppies, la sensazione che mi da quella scena è che Craig T. Nelson legga il libro perché debba farlo, per allinearsi al suo capo che poi è quello che dà il via al gran casino. Scelta davvero ispirata 😉 Cheers

    Liked by 1 persona

     
  2. theobsidianmirror

    giugno 27, 2017 at 10:44 am

    Ahahah! Quello che non sapevo è che quel libro schizofrenico l’avessero tradotto e immesso sul mercato italiano! Non c’è davvero limite al product placement.. un libro talmente assurdo che sono sicuro non l’abbia mai letto nessuno.. nemmeno Nancy Reagan, e nemmeno la madre!

    Liked by 1 persona

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: