RSS

L’universo oscuro delle fan fiction

10 Feb

aliens_boyka_coverCome sa chi segue il mio blog alieno, o il forum Alien e Predator Italia, la mia passione per l’universo degli alieni della Fox (Aliens e Predator) mi ha spinto a provare qualcosa che per me è davvero… alieno! Non ho mai seguito le fan fiction – racconti di appassionati che immaginano storie calate in un universo pre-esistente – finché non ho visto nel citato forum molti fan che si cimentavano con questa forma di comunicazione: perché non provarci? Magari unendo due delle mie molte passioni: alieni e arti marziali…

Così il 9 dicembre 2016 ho pubblicato sul forum la prima puntata di un’avventura scritta di getto, nata seguendo unicamente la voglia di divertirmi e di condividere con altri una passione in comune: Aliens vs Boyka.
Sebbene completamente inedito in Italia, Boyka è venerato in tutto il mondo da anni come il miglior personaggio marziale contemporaneo: il terzo film che lo vede protagonista doveva uscire a gennaio 2017 – e proprio in omaggio a quello ho iniziato la mia fan fiction – ma la data è slittata e chissà quando uscirà. (In Italia, comunque, non arriverà mai.) Che succederebbe se il più forte lottatore dell’universo si scontrasse con la più feroce creatura dell’universo?

Sto scrivendo questo non per fare pubblicità ad un eBook gratuito che interesserà solo un numero infinitesimale di lettori, bensì per parlare di un universo oscuro che ho scoperto, e che vorrei condividere: le perversioni della fan fiction.

Oltre ad aver pubblicato a puntate la mia fan fiction sul citato forum, sul mio blog alieno e poi averla raccolta in un eBook gratuito – eh sì, mi spargo in giro come un virus! – ho voluto fare il gargarozzone e l’ho pubblicata anche sul EFP: il tuo sito di fanfiction, vasto portale dove un numero impressionante di appassionati riversa la propria voglia di raccontare storie da universi narrativi pre-esistenti.
Ovviamente i gestori del servizio conoscono i loro polli e devono prevenire eventuali immancabili lamentele: il manuale per l’inserimento e i relativi campi a cui rispondere la dicono lunga sul livello di “pericoli” a cui si va incontro.

È abbastanza comprensibile che i gestori si raccomandino di non scrivere tutto in maiuscolo, di non usare lo “stile da cellulare” (con le frasi contratte e la x al posto di “per”), di non inserire offese, parolacce, bestemmie e improperi vari, di non copiare testi presi in giro e mille altre raccomandazioni più che plausibili.
Però poi arrivano i campi da riempire al momento di inserire la propria storia, e qui scopro un mondo a me ignoto…

Nella sezione GENERE ecco alcune opzioni fra cui scegliere:

Fluff = è il genere di quelle storie dedicate a momenti di dolcezza o tenerezza.
Slice of life = è il genere di quelle storie il cui scopo è descrivere semplicemente momenti o spaccati di vita quotidiana.
Song-fic = è il genere di quelle storie che sono costruite attorno ad una canzone. Attenzione, su EFP il testo della canzone non può costituire più del 30% del testo dell’intera song-fic.

Le descrizioni le posso comprendere, ma ignoravo esistesse un nome così preciso! Ma davvero ci sono storie costruite attorno ad una canzone?

Ci si diverte invece quando va specificato che tipo di rapporto intercorre fra i protagonisti della storia…

Het: tag per relazioni eterosessuali
Shonen-ai: tag per relazioni omosessuali tra uomini con fattezze NON reali (anime, manga, videogiochi, ecc…); storie in cui non si indugia nell’aspetto sessuale del rapporto
Shoujo-ai: tag per relazioni omosessuali tra donne con fattezze NON reali (anime, manga, videogiochi, ecc…); storie in cui non si indugia nell’aspetto sessuale del rapporto
Yaoi: tag per relazioni omosessuali tra uomini con fattezze NON reali (anime, manga, videogiochi, ecc…); storie in cui si indugia nell’aspetto sessuale del rapporto
Yuri: tag per relazioni omosessuali tra donne con fattezze NON reali (anime, manga, videogiochi, ecc…); storie in cui si indugia nell’aspetto sessuale del rapporto
Slash: tag per relazioni omosessuai tra uomini con fattezze REALI (film, telefilm, libri, ecc…)
FemSlash: tag per relazioni omosessuai tra donne con fattezze REALI (film, telefilm, libri, ecc…)
Crack Pairing: tag per coppie impossibili o improbabili

Ma chi è che si è messo a “battezzare” tutta ‘sta roba? Visti i nomi credo sia tutta roba di provenienza giapponese, ma non immaginavo bisognasse essere così precisi. E poi che vuol dire “fattezze non reali”? Tipo due unicorni maschi che amoreggiano??? E per coppie “impossibili” si intende tipo un elefante e una formica?

Eccoci infine agli AVVERTIMENTI: io ci ho perso la testa e ho scelto alla fine quello che più vagamente gli assomigliasse. Riporto l’elenco perché magari può essere utile ad eventuali autori di fan fiction.

AU = Alternate Universe (Universo Alternativo); fanfiction che utilizza i personaggi di un’opera ponendoli in un contesto o ambiente completamente differente da quello originale. Esempio: i personaggi di Harry Potter in un mondo in cui non esiste la magia.
Cross-over = fanfiction che si collega a universi relativi a opere/personaggi completamente differenti.
Lemon = storia che presenta ampie e dettagliate descrizioni di atti sessuali.
Lime = storia che presenta momenti erotici (in genere non descritti nel dettaglio) che non sfociano nell’atto sessuale vero e proprio.
Missing Moments = Momenti mancanti; fanfiction che raccontano momenti inseriti all’interno della trama originale dell’opera che però non sono mai stati raccontati.
Movieverse = relativo al film; avvertimento utile qualora l’opera originale abbia avuto una trasposizione cinematografica che ha alterato gli elementi dell’opera originale (sia essa libro, telefilm, fumetto o quant’altro), quali i personaggi, l’ambientazione o alcuni elementi della trama. Aiuta a far comprendere che si sta scrivendo una fanfiction che si rifà agli elementi decisi dal film.
OOC = Out of Character (Fuori dal personaggio); i caratteri dei personaggi originali di un’opera sono stati stravolti all’interno della fanfiction.
Otherverse = avvertimento è utile qualora l’opera originale esista in diverse forme (libro, film, fumetto, telefilm, cartone animato, ec…) e tra esse vi siano differenze a livello di personaggi, trama o ambientazione. Se una storia si rifà agli elementi della trasposizione cinematografica dell’opera, l’avvertimento corretto è Movieverse (vedi sopra), altrimenti ‘Otherverse’ copre le altre possibili forme di trasposizione.
Raccolta = storia in cui ognuno dei capitoli è una storia a sé stante, legata alle altre da un filo conduttore (un tema, un personaggio, ecc…)
Traduzione = la storia è stata tradotta da un’altra lingua e quindi non era originariamente scritta in italiano.
What if? = E se?; una fanfiction che modifica un elemento fondamentale della trama dell’opera originale e parte da lì per ricostruire come sarebbero andati i fatti se vi fosse stato quell’importante cambiamento. Esempio: se i genitori di Harry Potter non fossero mai morti, come sarebbe andata la storia?

La ciliegina finale arriva però con la sezione Avvertimenti sul contenuto: mandate i bambini a dormire…

Bondage: tag per scene di natura bondage. ATTENZIONE: è vietato l’elemento sadomaso.
Contenuti forti: tag per scene con contenuti forti, che possono turbare un lettore.
Gender Bender = fanfiction in cui il personaggio originale cambia sesso (da maschio a femmina o viceversa).
Incest: tag per relazioni incestuose. ATTENZIONE: vietate scene di sesso incestuose; leggere attentamente il regolamento
Incompiuta = storia destinata a non trovare mai una conclusione. Non è una definizione da assegnare alle storie incomplete ma ancora in aggiornamento.
Mpreg: storia che parla di una gravidanza maschile.
Non-con: tag per rapporti non consensuali. ATTENZIONE: è vietato giustificare o esaltare in qualunque modo lo stupro.
PWP: Plot, what Plot?; tag per scene di sesso spinte e non contestualizzate all’interno di una trama.
Spoiler! = anticipazioni sull’opera originale. Per anticipazioni si intendono tutti quei fatti non noti ai fan che seguano l’opera originale secondo il principale mezzo di diffusione in Italia.
Tematiche delicate = la storia tratta tematiche delicate (razzismo, abusi, ecc…)
Threesome: tag per scene di sesso con tre partecipanti.
Triangolo = la storia si basa su un triangolo amoroso.
Violenza: tag per scene particolarmente violente.

Qualcuno sa spiegarmi che tipo di storie trattino dei “rapporti non consensuali” stando attente a non giustificarli? E quindi si può parlare di incesto ma senza descriverlo, così come il bondage. Perché poi dovrebbero esserci “scene di sesso non contestualizzate”? Sto raccontando una storia e poi, a sorpresa, ci infilo una scena di sesso che non c’entra niente? Non è mica un film di Jess Franco!
Il massimo comunque rimane il fatto che esista un nome per indicare storie che trattino la gravidanza maschile…

Scopro dunque un mondo di perversioni sessuali che evidentemente ribolle sotto la facciata di fan che vogliono parlare di amore tra vampiri adolescenti: i “veri” argomenti che fuoriescono da questa tabella mi sembrano davvero ben altri!

L.

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su febbraio 10, 2017 in Uncategorized

 

4 risposte a “L’universo oscuro delle fan fiction

  1. Cassidy

    febbraio 10, 2017 at 9:16 am

    Quindi se decidessi di scrivere una fan fiction su “Junior” di Arnold Schwarzenegger, dovrei etichettarla come Mpreg? Ma poi io dico, “Lemon” per le storia che sfociano in un atto sessuale, perché i protagonisti “Limonano”? Mentre il Lime per quelli che vanno in bianco.

    Come l’equipaggio della Nostromo dei atterrano in un pianeta davvero alieno! 😉 Cheers

    Mi piace

     
    • Lucius Etruscus

      febbraio 10, 2017 at 9:20 am

      ahahah descrizione perfetta 😀 Dovresti stilare un manualetto delle definizioni 😛

      Mi piace

       
  2. Ivano landi

    febbraio 11, 2017 at 9:42 am

    Davvero un gran bailamme. Per fortuna sono troppo impegnato con i miei mondi per avventurarmi in quelli degli altri…

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      febbraio 11, 2017 at 9:46 am

      Se esistono dei nomi per certi “incroci pruriginosi”, evidentemente c’è una folta produzione in questo senso, e proprio non me l’aspettavo. Pensavo che dopo il vecchio film con Mastroianni e “Junior” con Schwarzenegger il filone “uomini incinti” si fosse bello che esaurito 😀

      Mi piace

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: