RSS

[Un libro, una storia] Fahrenheit 451

23 Gen

ray-bradbury-fahrenheit-451-1998Purtroppo non ho appuntato la data in cui ho divorato questo grande classico moderno, scoprendolo tardi ma amandolo sin da subito. L’edizione non è di quelle “pregiate”, quelle da collezione, è un semplice libretto trovato su bancarella ma conservato con grande amore.

Bradbury lo conosco sin da ragazzo, quando intorno ai 14 anni scoprii i suoi racconti in varie antologie, poi vennero le celebri Cronache marziane ma un romanzo completo suo non l’avevo mai letto. Ed è bello sapere che è esistita un’epoca in cui anche 150 pagine potevano valere come “romanzo”. (Oggi se non sono 500 non viene neanche preso in considerazione.)

Letto in pochi giorni, ovviamente mi ha colpito nel profondo: per un amante dell’oggetto-libro un protagonista che per mestiere brucia libri non può che stuzzicare corde profonde. Il personaggio è così affascinante che ha fatto dimenticare la “morale” del romanzo: che i libri sono solo oggetti, ciò che conta è il loro contenuto e quello può essere conservato anche con altri sistemi, che con la carta. Bradbury aveva in fondo anticipato la rivoluzione del digitale che stiamo vivendo nell’indifferenza e nell’ignoranza di chi dovrebbe guidarla.

Al di là di questa distinzione – già i greci usavano due parole diverse, bìblos per l’oggetto-libro e biblìon per il contenuto – il romanzo è un classico della fantascienza “un mondo diverso dal nostro che però cova valori uguali ai nostri”. È una lettura appassionante e coinvolgente che rapisce sin dalla prima parola.
Lo amai così tanto che non ho potuto evitare di rimanere profondamente deluso dal pessimo film omonimo del 1966 di François Truffaut, molto amato da chi probabilmente non ha mai letto il libro.

Vidi il film in TV quasi subito dopo aver letto il libro e mi indignai parecchio. La differenza che ancora ricordo fu l’assurdità di prendere l’affascinante personaggio del capitano, che rappresenta l’Ordine e mette una dannata paura per tutta la storia, e farne un demente rincoglionito, il solito potente inetto.
Le libertà sono tante ma soprattutto l’atmosfera non è così cupa come quella del romanzo: gli anni Sessanta erano il momento giusto per parlare di quella storia ma non il momento migliore per ricrearne l’atmosfera.

Una decina di anni fa un collega d’ufficio si lamentò con me che i professori di sua figlia erano degli aguzzini, che per l’estate le avevano appioppato una “marea di compiti”: cioè la lettura di questo romanzo di 150 pagine!
Invece di lodare dei professori così illuminati da far leggere questi capolavori, il collega era indignato che la figlia fosse costretta a passare l’estate a leggere un “intero libro”, che bastavano pochi giorni a finire. Di sicuro sia quel collega che la figlia saranno tra i sostenitori della legge brucia-libri…

L.

Annunci
 
9 commenti

Pubblicato da su gennaio 23, 2017 in Uncategorized

 

9 risposte a “[Un libro, una storia] Fahrenheit 451

  1. Massimiliano Riccardi

    gennaio 23, 2017 at 4:57 am

    Anche io lo lessi da ragazzino e rimasi folgorato. Ma quelli erano anni post contestazione e si era abituati a masticare cose del genere. Feci però il percorso inverso rispetto al tuo questo fu il mio primo incontro con Bradbury.

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      gennaio 23, 2017 at 7:08 am

      Gli altri scritti del grande Ray che ho letto sono in realtà molto diversi da questo stile, o almeno io li ho visti così: l’ho sempre ritenuto un autore in grado di spaziare su più fronti 😉

      Liked by 1 persona

       
  2. Ivano landi

    gennaio 23, 2017 at 8:58 am

    Bradbury è sempre stato uno dei miei scrittori preferiti. Anche se devo ammettere che mi sono entrati più in profondità libri come Cronache marziane o L’uomo illustrato. Forse Fahrenheit 451 l’ho letto troppo presto, oltre che da fan del film di Truffaut, che ho visto da bambino. Non a caso è uno di quei libri che mi sono prefisso di rileggere in tempi brevi.

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      gennaio 23, 2017 at 8:59 am

      Se avessi visto prima il film magari ne serberei un buon ricordo, ma avendolo visto con il romanzo ancora fresco nel cuore mi ha deluso profondamente.
      Cronache marziane ha girato per casa mia per decenni, ma alla fine l’ho letto molto tardi: amandolo ma non assaporandolo quanto Fahrenheit…

      Mi piace

       
  3. Cassidy

    gennaio 23, 2017 at 9:15 am

    E’ troppo se dico “Che schifo”? 150 pagine in tre mesi un vero supplizio, poi a leggere un capolavoro che dovrebbero leggere tutti, se il libro fosse stato “50 sfumature di grigio” probabilmente non sarebbe stato un problema. Bisogna anche dire che le nostre scuole, non aiutano a coltivare l’amore per la lettura, per usare un largo giro di parole.

    Uno di quei romanzi che vanno letti e amati, anche perché penso sia impossibile non amare questo libro. Cheers!

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      gennaio 23, 2017 at 9:20 am

      Eh già, e quando si trova una scuola che a sorpresa consiglia un’ottima lettura, tutti a lamentarsi!

      Mi piace

       
  4. theobsidianmirror

    gennaio 23, 2017 at 8:22 pm

    Ahahah! Riesco quasi a vederti mentre quel tuo collega d’ufficio se ne era venuto fuori con quella frase. Il tuo cuore deve aver perso qualche battito, di sicuro….

    Liked by 1 persona

     
    • Lucius Etruscus

      gennaio 23, 2017 at 8:26 pm

      Non credevo alle mie orecchie: gli autori che hanno immaginato un futuro di ignoranza barbara sono degli ottimisti, davanti alla cieca chiusura mentale del presente…

      Liked by 1 persona

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: