RSS

[Un libro, una storia] Agaguk, l’ombra del lupo

22 Ago

AgagukAvevo iniziato a lavorare da pochi mesi e subito pativo dei gravi problemi geografici: bazzicare tutti i giorni il centro di Roma significava passare costantemente davanti a una titanica libreria come la Feltrinelli di Largo Argentina (tre piani sciabordanti libri!) o una libreria storica come la Rinascita di via delle Botteghe Oscure. Ignoro se esistano ancora, ma nel 1994 ero continuamente appiccicato alle loro vetrine e passavo molto tempo fra i loro scaffali.

L’arrivo al cinema del film “L’ombra del lupo” (Shadow of the Wolf, 1992) con un fenomenale tris d’attori – Lou Diamond Phillips, Toshirô Mifune e Jennifer Tilly – mi fece riconoscere immediatamente la copertina del libro “Agaguk: l’ombra del lupo(Agaguk, 1958) dello scrittore canadese Yves Thériault. Anche senza guardare la fascetta allegata.

La Giunti aveva preso al balzo l’occasione del film e aveva ristampato un romanzo dimenticato in Italia, apparso unicamente nel 1962 per la milanese Martello con il titolo “Agaguk: romanzo eschimese
La traduzione di Olga Ceretti Borsini però non si è scomodata a cambiarla…

Oggi credo si possa definirlo un romanzo dimenticato – dopo una ristampa Demetra 1996 non ha più dato tracce di sé – e la grande delusione del film non ha aiutato a riscoprire questa splendida storia: a parte il bel tema sonoro e una felice inquadratura dei seni della Tilly non mi sento di salvare nulla della pellicola…

Dal 5 al 20 aprile 1994 divorai le 300 pagine del romanzo, assaporando ogni parola e adorandolo pagina per pagina. Purtroppo non ho avuto occasione di leggere altro dell’autore – anche perché a pate questo romanzo è uno scrittore inedito in Italia: nel 2006 una piccola casa ha tradotto un suo romanzo, già scoparso un minuto dopo essere uscito dalla tipografia – ma il suo stile è talmente accattivante e coinvolgente che sono sicuro mi sarebbe piaciuto qualsiasi altra sua storia.
Di sicuro però è contato molto l’esoticità di un popolo così lontano da noi, noto di nome ma sconosciuto di fatto, come gli inuit (o eschimesi che dir si voglia).

Per quelle due settimane primaverili mi ritrovai nei ghiacci insieme ad Agaguk, ad affrontare i pericoli di una terra inospitale e i rapporti umani che sono complicati in ogni cultura.
A quel tempo sognavo il giorno in cui sarei andato a vivere da solo, e questo è stato il primo libro di cui ho seriamente pensato di comprare una seconda copia: visto che i miei genitori l’hanno amato tantissimo… nella biblioteca di chi sarebbe rimasto in futuro?

L.

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su agosto 22, 2016 in Uncategorized

 

Una risposta a “[Un libro, una storia] Agaguk, l’ombra del lupo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: