RSS

[Pseudobiblia] Reach Me (2014)

06 Apr

Reach Me - La strada del successo (6)È arrivato in Italia in DVD Eagle Pictures il 9 dicembre scorso il film Reach Me. La strada per il successo (Reach Me, 2014), piccolo film dal cast titanico in cui una secchiata di personaggi vive una piccola storia che andrà poi ad incastrarsi con quella degli altri. Questa enorme ragnatela di vicende più o meno serie ruota tutta intorno ad un elemento comune: il “libro falso” Reach Me, che nel doppiaggio italiano diventa Raggiungimi.

Tutto inizia con una dei classici talk show del mattino, dove il rapper e-Ruption (interpretato con auto-ironia dal vero rapper Nelly) recensisce in modo entusiastico Reach Me, il libro che gli ha cambiato la vita, che dopo la prigione l’ha portato di nuovo al successo. La domanda della presentatrice è la stessa delle migliaia di lettori: chi l’ha scritto questo libro?

È questo l’enigma: non c’è la foto dell’autore in copertina, nessuna biografia, solamente un nome. Teddy Raymond, e forse non è neanche il suo nome. È come se non volesse essere conosciuto, che le parole parlino al posto suo. In un mondo in cui chiunque vuol essere una celebrità, lo rispetto.

ReachMe_AInizia così una rutilante carrellata di personaggi curiosi, interpretati da grandi attori (dalla carriera ormai annebbiata): dall’ex carcerata Colette (Kyra Sedgwick, celebre volto del crime televisivo) allo scrittore frustrato Roger King (Kevin Connolly, volto noto del comedy televisivo), dallo riscossore manesco Thumper (David O’Hara) all’attore maniaco Kersey (Cary Elwes); dal big boss Angelo (Kelsey Grammer) al boss fallito Frank (Tom Sizemore); dal prete alcolizzato Paul (Danny Aiello) al poliziotto giustiziere Wolfie (Thomas Jane) fino all’agente irruente Gerald (Sylvester Stallone).

Tutti piccolissimi ruoli per grandi attori, tutti personaggi che in un modo o nell’altro sono legati a Reach Me, il saggio motivazionale di auto-aiuto – come ne abbiamo già incontrati – che ben presto scopriamo essere opera di Teddy Raymond (Tom Berenger).

ReachMe_BQuesto autore si disinteressa completamente del grande successo di pubblico del suo scritto, vive quasi barbone su una spiaggia di Los Angeles ed aiuta chiunque glielo chieda. Ci vuole una sola “seduta” con lui per smettere di fumare, o di bere: insomma, un classico santone. Però di quelli buoni.

Le situazioni in cui si ficcano i personaggi cercano di essere umoristiche ma non sempre (anzi, quasi mai) ci riescono, e preso nel complesso è solo un piccolo film da vedere per curiosità del gran cast, perché la trama è davvero raffazzonata.
Però il libro falso è ghiotto e vale la pena gustarselo.

ReachMe_CIl film si chiude con lo scrittore frustrato Roger che finalmente riesce a pubblicare il romanzo che da tempo aveva in lavorazione: American Waif, “l’americano abbandonato”, forse riferito al suo rapporto con il barbone Teddy.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su aprile 6, 2016 in Pseudobiblia

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: