RSS

[Un libro, una storia] Turista per caso

08 Feb

Anne Tyler - Turista per casoTra le mie molte grandi passioni della metà degli anni Novanta, c’è stata quella per alcuni grandi film interpretati da William Hurt: ne faceva di così belli che sembrava non dover sbagliare un titolo. Purtroppo poi ne ha sbagliati tanti, se non tutti, ma questa è un’altra storia…

Non credevo ai miei occhi, quel caldo 6 settembre 1997, quando vidi sullo scaffale di un’edicola “Turista per caso” (The Accidental Tourist, 1985) di Anne Tyler.
Durante la mia lunga e appassionata venerazione del film omonimo di Lawrence Kasdan sapevo che proveniva da un romanzo ma all’epoca trovare romanzi era difficile quanto trovare informazioni: solamente alla fine di quel 1997 iniziai a navigare in Internet (a lavoro) e di siti italiani ce n’erano davvero pochini.

Arrivato in Italia per Guanda (1986), dal 1992 è un titolo TEADue: è proprio questa edizione che trovai in quell’edicola – che aveva anche resi di magazzino – con la traduzione di Mario Biondi. (Credo non sia il celebre cantante, a meno che non traducesse tra una canzone e l’altra!)

Interruppi immediatamente la lettura de L’Origine delle Specie di Darwin – quale lettura estiva più classica? – e mi gettai nel vellutato e doloroso mondo di Anne Tyler: in 11 giorni finii il romanzo e lo amai parola dopo parola.
La storia di un pigro che scrive guide di viaggio già da sola è geniale, e molti dei consigli che dà per ottimizzare i tempi li considero utilissimi. Condivido con lui la paura di perdere qualcosa lungo il viaggio… ma lui ha perso un figlio bambino, lungo il viaggio della sua vita, e ripartire non è affatto facile.

Purtroppo la violenta passione con cui ho visto decine di volte il film fa sì che non ricordi le impressioni letterarie: mi vengono in mente solo le scene della pellicola, non del romanzo. Lo ricordo molto fedele ma ovviamente – com’è sempre, in questi casi – a parità di storia il romanzo riesce ad approfondire molto meglio e a spiegare di più.

Curiosamente non ho mai provato a leggere altro della Tyler, come se avessi paura che non reggerebbe il confronto con il Turista per caso.

L.

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su febbraio 8, 2016 in Note

 

Tag: , , ,

Una risposta a “[Un libro, una storia] Turista per caso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: