RSS

Tecnologia libraria 5. Carlo Magno

26 Ago

Alessandro Barbero - Carlo MagnoA cavallo tra l’VIII e il IX secolo Carlo Magno rivoluzionò il mondo dell’editoria sia facendo vincere il “supporto pergamena” contro il papiro sia dando una enorme spinta alla produzione libraria.
Il sovrano infatti volle rinsaldare la fede religiosa ma soprattutto il rituale del culto, che si andava scollacciando nell’Europa del tempo, e per questo servivano Bibbie. Tante Bibbie.

Creare una libro all’epoca era una pratica costosissima, sia per il supporto che per la tecnica: tra copisti e miniaturisti c’era bisogno di personale molto specializzato.
Carlo decise di investire in quest’operazione, finanziando anche gli abati disposti ad arricchire le biblioteche dei propri conventi, arrivando addirittura a spingere chiunque possedesse dei libri – soprattutto classici latini – a donarli alla biblioteca imperiale, in originale o in copia.
I risultati di questa operazione sono più che tangibili: i primi ottocento anni dell’èra cristiana ci hanno tramandato in tutto 1.800 codici manoscritti latini, mentre per il IX secolo di Carlo Magno ne sono sopravvissuti più di 7.000.

Per avere un’idea dell’incredibile sforzo economico di questa “rinascita dell’editoria”, va specificato che la pergamena necessaria per una sola Bibbia si otteneva macellando qualche centinaio di pecore.
Poi c’erano le rilegature, e via altre pelli: Carlo Magno donò all’abbazia di Saint Denis una foresta con tutti i cervi che vi vivevano, perché le loro pelli servissero a rilegare i volumi della biblioteca monastica.

Non ho trovato lamentazioni dei “nostalgici”, ma state pur certi che questa mattanza di allevamenti e investimenti sostanziosi avranno sollevato più di una polemica in chi preferiva che i libri rimanessero appannaggio di un’élite ristretta.

Per approfondire, assolutamente consigliato il saggio del professor Alessandro Barbero Carlo Magno. Un padre per l’Europa (Laterza 2002).

L.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su agosto 26, 2015 in TecnoLibri

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: