RSS

Odiare i libri. Le dimensioni contano

26 Giu

Crawford & Benson - Remote signore di sangueChiunque legga ha sentito, almeno una volta nella vita, qualcuno che non legge dire che i libri occupano troppo spazio. È un’affermazione ridicola che denota – semmai ce ne fosse bisogno – quanto chi la dice odi i libri con tutto il cuore.
Ci sono persone che tengono un vaso su un mobile, senza nulla intorno e senza nulla sopra: quello stupido vaso occupa lo spazio di almeno cento libri medi, eppure nessuno dice «Non tengo vasi in casa perché occupano troppo spazio».

Ecco l’aneddoto odierno di misobiblìa (“odio per i libri”).

Anni fa mi capitò su bancarella una piccola raccolta di due racconti horror britannici: Remote signore di sangue. Uno dei racconti è ambientato in uno sperduto paesino della Calabria, e caso volle che un mio collega di lavoro con cui chiacchieravo spesso fosse originario proprio di quel paesino: la trovai una coincidenza molto intrigante e decisi di regalargli il libretto.
Sì, ho detto “libretto”, perché sto parlando di un volume di 10 centimetri… ripeto, 10 centimetri di grandezza per pochi grammi di peso.

Il collega sgranò gli occhi quando gli portai il libretto: se gli avessi messo davanti un etto di cocaina sarebbe stato molto meno stupito. Per pura cortesia accettò ma si vedeva che non era convinto.
Per leggere sì e no dieci pagine di racconto ci mise un tempo imbarazzante, tipo un paio di mesi, ma alla fine mi disse che si era divertito a leggere una storia horror britannica ambientata nel suo paese natale. E mi restituì il libro…

Stavolta fui io a fare lo sguardo stupito: ma è un regalo! Lo so che qualcosa nella mia persona, nel mio carattere e nella mia voce spinge la gente ad essere molto maleducata nei miei confronti, ma di solito restituire un regalo è un gesto esageratamente sgradevole, ancor più se poi viene compiuto da uno del sud Italia, dove a queste cose ci si fa molta attenzione.
Allibito e offeso dal gesto, cercai di capire perché mi stava restituendo un mio regalo, e il motivo l’avete già capito: la moglie non voleva che tenesse in casa libri ingombranti

Non so chi odiasse di più i libri, se lui o la moglie dipinta così megera, ma ricordo che sto parlando di un libro di 10 centimetri!

Casi del genere avvengono quotidianamente, e state tranquilli che chi odia a tal punto i libri da considerarli un ingombro… sarà il primo a gridare che il cartaceo è insostituibile, che l’odore della carta è impagabile e altre stupidaggini similari.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su giugno 26, 2015 in Note

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: