RSS

Odiare i libri. Leggerli tutti

23 Giu
"Bookshelfporn" di Zach Schrock

“Bookshelfporn” di Zach Schrock

Chiunque abbia più di due libri in casa si sarà sentito rivolgere la domanda più assurda mai concepita dalla mente di un non lettore: «Ma li hai letti tutti?»

Se fosse una semplice domanda, si risponderebbe e basta.
Se fosse una semplice domanda stupida, si risponderebbe con una stupodaggine o un’offesa e basta.
Ma c’è di più.

A chi colleziona vini nessuno chiede “Ma li bevi tutti?” ed aprendo il cassetto dei calzini nessuno domanda “Ma li indossi tutti?”. Non esiste alcun tipo di aggregazione di oggetti che comporti una domanda del genere: perché i libri fanno eccezione?
Perché i libri si odiano…

Chi chiede “Ma li hai letti tutti?” in realtà nasconde due concetti nella domanda, che non è stupida bensì maligna:
1) ma davvero perdi tempo e soldi a raccogliere ‘sta robaccia?
2) e magari neanche la leggi, a dimostrazione che è una pratica inutile.

Chi non va in bici se ne frega di chi ci va, e chi va a pesca non ha problemi al pensiero di chi invece ama andarci: chi non legge invece odia a morte chi legge, e quindi cerca di smerdarlo in ogni modo.
Leggi libri colti? Sei il solito intellettualoide spocchioso. Leggi spazzatura? Sei un greve che se la tira da intellettuale. Compri libri e manco li leggi? Allora stai solo buttando via i soldi, tirandotela poi da intellettuale perché tieni in vista i libri.
I libri, poi: si può sacrificare spazio in casa, soldi e tempo con del materiale così odioso? Lo schifo con cui viene posta la dannata domanda denota sommo disprezzo per l’oggetto libro e per la sozza pratica del leggerlo. È come se andassimo in visita ad un macello e, davanti allo spettacolo di un centinaio di mucche in fila, chiedessimo: “Ma le uccidi tutte?”.

«Aveva persino elaborato una risposta multipla all’inevitabile e scontata interrogazione che – di fronte alla massa dei suoi libri – qualsiasi ospite avrebbe posto. Alla domanda di prammatica: “Ma li hai letti tutti?” avrebbe potuto replicare: “Molti di più!”, se si fossero conteggiati tutti quelli che aveva tenuto fra le mani.
Da “Partita doppia” (2014) di Maurilio Rino Riva

Io colleziono molte tipologie di libri. Colleziono Borges, e l’ho letto tutto, ma anche primi numeri di collane da edicola, e non ne ho letto nessuno. Mi ritengo libero di comprare libri che so di non leggere così come nessuno mi vieta di acquistare una maglietta che non indosserò mai. Eppure ci sarà sempre un non lettore infastidito dai libri che porrà la dannata domanda: “Ma li leggi tutti?”

Il mio amico Claudio però mi segnala una splendida variante, che gli è stata posta. Davanti ad un librone, gli è stato chiesto: “Ma lo leggi tutto?
A questa meravigliosa domanda si può rispondere in un solo modo: “No: leggo solo a pagine alterne”.

L.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su giugno 23, 2015 in Libri infranti, Note

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: