RSS

Pseudobiblia: Il gioco di Halliday

11 Feb

CG1364«Il mio nome è Shayne. Michael Shayne di Miami»: così si presenta il personaggio protagonista, un anno prima che James Bond gli rubasse la battuta! Comunque il protagonista è «un amico di Brett Halliday, se non vi dispiace». “Amico”? Ma Shayne non è il ricorrente personaggio letterario dei romanzi di Halliday? Come può essere suo amico?
Il numero 1364 de “I Classici del Giallo Mondadori”, a febbraio in edicola, presenta un romanzo imperdibile che si diverte un mondo a giocare con la realtà: Avventura a mezzanotte (She Woke to Darkness, 1954) di Brett Halliday.

È quel tale che scrive di Mike Shayne, ci scommetto. Uh, non ricordo il nome ora, ma è lui certamente.

La sera di martedì 23 aprile 1953, lo scrittore Brett Halliday e la sua inconfondibile benda sull’occhio sinistro – celebre invenzione pubblicitaria per le foto di copertina – si trova a New York per partecipare ai festeggiamenti del celebre Edgar Awards (premio del moderno racconto giallo dedicato ad Edgar Allan Poe che Halliday ha davvero vinto nel 1954, cioè proprio all’uscita di questo romanzo!).

Qua e là intravedevo la faccia familiare di qualche amico conosciuto anni prima della MWA, la Mystery Writers of America. C’erano Ed Radin, Bruno Fischer, Clayton Rawson, Veronica Parker Johns e Helen Reilly, la grande dame del mondo del giallo, eletta proprio allora presidente dell’associazione.

Halliday_She_WokeRicordo che la MWA è stata co-fondata da Halliday stesso, e i nomi citati sono suoi colleghi che apparivano anche nelle varie riviste dell’epoca, come la “Ellery Queen’s Mystery Magazine” che viene citata nel romanzo.

Fra tante celebrità (con nomi veri e fasulli), alla fine il nostro viene “rimorchiato” da una certa Elsie Murray. Invitato a salire ed accettato un bicchierino di quello buono, Halliday è più che convinto di aver fatto colpo e che la sua aurea di maschio (con tanto di benda piratesca sull’occhio) abbia segnato un altro punto. Invece scopre che la donna in realtà l’ha solo attirato a sé per il più classico dei motivi per cui si attacca bottone con uno scrittore: sta scrivendo un romanzo e vorrebbe qualche consiglio su come sbrogliare una situazione vischiosa in cui si è arenata.

Il romanzo è Notte tragica di Enid Morgan, e dietro questo pseudonimo Elsie racconta di una certa Aline Ferris che si sveglia e trova un cadavere in stanza.
Insomma, Halliday racconta di Elsie che racconta di Enid che racconta di Aline… finirà mai il circolo vizioso letterario? No, perché quando Halliday scopre che la aspirante scrittrice è stata uccisa nella sua stanza, poco dopo che lui se ne è andato, e che quindi sta per essere incastrato in una spinosa indagine della polizia, decide di chiamare in aiuto l’unico che conosce esperto di queste situazioni… Avete capito, no? Halliday chiama al telefono… Mike Shayne!

Halliday_She_Woke2Inizia un viaggio metaletterario e metanarrativo in cui Halliday (quello vero) si diverte un mondo ad immaginare l’Halliday letterario che legge un romanzo scritto da una donna appena morta in cerca di indizi per risolvere il caso… e ovviamente anche il romanzo finto l’ha scritto lui, in un delizioso gioco ad incastro di scatole cinesi davvero intrigante.

Mike Shayne prende da sé le sue decisioni, e io non faccio altro che registrarle per i posteri.

Parola di Brett Halliday… quello romanzato, però!
Il gioco che Davis Dresser adottò per tanto tempo, fingersi cioè Brett Halliday con tanto di benda sull’occhio sinistro, trova la sublimazione in questa deliziosa doppia finzione: non solo si presenta come Halliday, ma scrive anche come se egli stesso fosse il protagonista di un romanzo, chiamando in aiuto a sua volta il protagonista dei suoi romanzi, Michael Shayne.

Inutile negare che questo roboante espediente letterario dà sapore ad un giallo che (diciamoci la verità) lasciato a sé forse non starebbe sulle sue gambe, ma alla fine è il risultato che conta: la trama poliziesca non ha davvero importanza, di fronte ad un gioco letterario ricchissimo e gustosissimo.

Infine, per scoprire tutte le avventure di Michael Shayne edite in Italia, i miei Archivi di Uruk hanno preparato questo post del blog e questa pagina del sito.

L.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su febbraio 11, 2015 in Pseudobiblia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: