RSS

Il treno di Moebius

10 Lug

moebiusStanno arrivando grandi novità in campo marlowiano, ma per apprezzarle a pieno consiglio vivamente l’acquisto di un racconto molto intrigante scritto dal prolifico Alessandro Girola: “Il treno di Moebius”.

Ecco la trama:

1970: La motrice di un treno e i suoi tre macchinisti svaniscono nel nulla mentre attraversano una galleria posta lungo una tratta minore sugli Appennini Toscani. Un anno dopo l’incidente quella stessa tratta viene chiusa per sempre e il piccolo paese che si trova al suo capolinea, Monteflauto, diventa presto una ghost town.
2011: Una troupe televisiva specializzata in misteri e cospirazioni riscopre questa vecchia notizia, stranamente passata sotto silenzio quasi totale, e decide di recarsi sul posto per realizzare un servizio esclusivo. Che fine ha fatto il treno fantasma? Quale segreto nasconde Monteflauto? Perché alcuni vecchi superstiziosi parlano di presenze diaboliche avvistate nella selva oscura attorno al paese?

Voi direte: che c’entra una storia fantastica con Marlowe? Be’… lo scoprirete presto… prestissimo! 😉

Chiudo riportandovi la presentazione del testo di Girola che ho scritto per ThrillerMagazine:

Nel 1949 un professore di Harvard, tale Armin J. Deutsch, aveva in tasca la bozza di un racconto che cercava il coraggio di proporre a qualche editore. Il Fato volle che si vide arrivare all’università niente meno che Isaac Asimov per un giro di lezioni: assalito da Deutsch, il buon Asimov trovò molto buono il racconto e presentò il professore al mitico John Campbell. Uscì dunque nel numero di dicembre 1950 di “Astounding” il racconto Una metropolitana chiama Moebius (A Subway Named Mobius).
Tempo dopo, testimonierà Asimov stesso, girava in città una canzoncina popolare (The Ballad of MTA) che raccontava di uno sventurato privo del centesimo necessario a coprire l’aumento del biglietto, così da ritrovarsi incastrato per sempre su un vagone della metropolitana.
Il contagio memetico prosegue e nel 1996 il regista argentino Gustavo Mosquera R. crea quel piccolo gioiello di film intitolato semplicemente Moebius: non è ufficialmente ispirato al racconto di Deutsch, ma le atmosfere sono ricreate alla perfezione.

L.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su luglio 10, 2014 in Uncategorized

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: