RSS

Note al testo 7 (10)

04 Apr

Chi sarà mai il personaggio chiamato solamente “il duro” nel racconto “Le magnifiche sette“, scaricabile liberamente?
http://luciusetruscus.altervista.org/marlowe/marlowe.htm
Scopriamolo insieme.

Nel precedente racconto, “Dieci piccoli scrittori”, mi ero divertito a prendere in prestito un personaggio letterario come la Guerrera, dai romanzi di Marilù Oliva, per reinterpretarlo a mio modo e calarlo nell’universo marlowiano. In questo testo successivo mi sono chiesto: perché non ripetere l’operazione con il personaggio di un altro autore che conosco? La soluzione era davvero semplice anche se molto più impegnativa: Chance Renard, meglio noto come il Professionista!

Marlowe lo incontra in treno, durante il suo viaggio a Bologna per indagare su un misterioso testo di sette sataniche.

Ad ogni occasione gettavo un occhio verso di lui finché non riuscii a leggere bene il titolo del suo libro: “Duri a Marsiglia” di Fusco. In effetti il testo si sposava bene con il viaggiatore: si vedeva che era un tipo granitico, “duro” (lo testimoniava anche un lobo d’orecchio mozzato, testimonianza di chissà quante battaglie passate) e con un sigaro spento a ballare tra le labbra.

Non ci sarebbe davveri bisogno d’altro per identificare Chance Renard, il più longevo personaggio della narrativa italiana (nel 2015 festeggerà 20 anni di vita letteraria!) oltre che l’unico action man al mondo a leggere libri!
“Duri a Marsiglia” è un’opera molto citata dal suo autore, Stephen Gunn alias Stefano Di Marino, così come il particolare del lobo viene ricordato spesso nelle descrizioni del personaggio. Insomma, chi lo conosce lo riconosce, chi non lo conosce… lo conosca! 😉

Ovviamente non sono in grado di ricreare il “vero” Renard, quindi mi soni limitato a tenerlo molto sottotono pur dandogli una parte che reputo moltk divertente: il confronto di un duro d’azione con il povero innocuo Marlowe genera quell’attrito che giudico delizioso.
Il Duro tornerà in almeno altri due racconti, anche se in piccole parti (brevi semplicemente perché non sono capace di dargli lo spessore giusto), quindi non mi resta che rimandarvi a future note al testo.

L.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su aprile 4, 2014 in Note

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: