RSS

Marlowe e Faust 1

26 Nov

Sta per arrivare una nuova ristampa del mio Marlowe, la decima, con più ambizioni delle precedenti. Per prepararsi alla lettura, è il caso di presentare l’uomo che in questo racconto affiancherà l’investigatore bibliofilo Cristoforo Marlowe… cioè il drammaturgo Christopher Marlowe.

L’opera teatrale di Marlowe è compatta e senza sviluppi come può esserlo la produzione di appena sei anni di un giovane morto a ventinove anni. La ricchezza e varietà straordinarie con cui il suo genio ha saputo ricreare in essa la pienezza del suo tempo, è fermamente ancorata ad una struttura di base, che per successive trasformazioni dà luogo alle singole opere.

Così ce lo presenta nel 1975 Nemi D’Agostino nel suo Marlowe, Icaro e la ruota della fortuna. Marlowe (quel Marlowe) in pochi anni ha gettato le basi per l’autore che è apparso sulla scena subito dopo di lui: un certo William Shakespeare. Non pochi hanno voluto vedere in Marlowe il “vero” autore delle opere shakespeariane… ma come è possibile, visto che è morto prima?

Ne riparleremo, ma ora chiudo dando la parola al Faust di Marlowe e ai versi che egli declama alla volta di Elena di Troia:

«Fu questo il viso che lanciò mille navi
e bruciò le torri smisurate d’Ilio?
Dolce Elena fammi immortale con un bacio.»

Lucio

Faust_Murnau

Fotogramma dal titanico “Faust” di Murnau

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su novembre 26, 2013 in Note

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: