RSS

Note dell’autore 2

18 Apr

Il secondo racconto è costruito strutturalmente in pratica come il primo. Non è che avessi un’idea così rigida della serialità di un personaggio, ma è solo che la mia sfida era scrivere storie diverse che seguissero identici binari. Probabimente se sovrapponete i due racconti non si noteranno differenze: arriva il cliente, iniziano le indagini, un intoppo con pistola e conclusione con Marlowe al capezzale di un letto d’ospedale.
Se io fossi un aspirante scrittore, che vorrebbe scrivere a livello professionale, sarei un pazzo a proporre un secondo racconto identico al primo, ma visto che non ho ambizioni simili… nessun problema! 🙂
Oggettivamente è più macchinoso e meno ispirato del primo, e di sicuro i racconti successivi li ho trovati più divertenti, ma è un momento di passaggio e di crescita del personaggio, quindi ha comunque il suo perché.

La camera di Amfortas” di DePrevins è un libro inventato da Andrea Carlo Cappi, che si è divertito a coinvolgere nella falsa esistenza anche Karel Thole: il celebre illustratore ha detto davvero di averne curato la copertina, per stare al gioco di Cappi!

Scipione il Cane Furbone si rifà al gioco del “Private Nose”. Tutti sanno che gli americani chiamano l’investigatore “private eye”, occhio privato: negli anni Sessanta è protagonista di una serie di cartoni animati Shamus, il naso privato. Cioè un cane investigatore, fido alleato dell’investigatore titolare Q.T. Hush. Ma già il personaggio canino di Tex Avery degli anni Quaranta, Droopy, è apparso più volte in veste di investigatore ed anzi recentemente ha avuto una sua serie, “Droopy Master Detective”. C’è poi “Ace Hart, Private Eye Dog”, negli anni Novanta: insomma, nei cartoni animati il tema del cane investigatore è sempre piaciuto. Scooby Doo docet!

PrivateNose

E poi c’è Hatsuki Tsuji che nel 1984 rese in forma canina addirittura Sherlock Holmes con il suo “Meitantei Holmes”, manga e anime

Meitantei_Holmes

In mezzo a tutto questo, anche quel Furbone di Scipione può avere il suo piccolo spazio 😉

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su aprile 18, 2013 in Note

 

5 risposte a “Note dell’autore 2

  1. Frank Spada

    luglio 16, 2013 at 4:15 pm

    Grazie per la pubblicità indiretta Luc Et no Problem!
    Bye

    Mi piace

     
    • Lucius Etruscus

      luglio 16, 2013 at 5:01 pm

      Ringrazio commosso del tuo commento, che mi dà anche una sferzata a riprendere in mano questo blog!
      Un giorno il mio Marlowe (non “quel” Marlowe) dovrà risolvere un caso che ruota intorno a un romanzo di Frank Spada su “quel” Marlowe 😉
      Già mi vedo un turbinio di falsi libri e veri pseudonimi, che si rincorrono senza fine!
      Ciao e grazie.
      Lucio

      Mi piace

       
      • Frank Spada

        luglio 16, 2013 at 5:20 pm

        mind your step… beva birra Clover e faccia attenzione alle contraffazioni, che poi non mi si venga a dire che #marlowesono io non glielo aveva detto 🙂

        Mi piace

         
  2. Frank Spada

    luglio 16, 2013 at 5:22 pm

    Ops #marlowesonoio !

    Mi piace

     
    • Lucius Etruscus

      luglio 16, 2013 at 5:58 pm

      Il mio Marlowe si muove nel poco pulito mondo del crimine letterario: quale più elevata contraffazione della letteratura? Cosa c’è di vero in qualcosa che si auto-definisce finzione? 😉
      Confido nel “tu” – molto più hardboiled – e in maggiori info su #marlowesonoio.
      Lucio

      Mi piace

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: