RSS

Note dell’autore 1

29 Mar

Ecco qualche nota relativa al primo racconto di Marlowe, ristampato in eBook. (Se vi è sfuggito, ecco dove recuperarlo “a gratis”: http://luciusetruscus.altervista.org/marlowe/marlowe1.htm)

Chiunque scriva o legga narrativa del mistero è in qualche modo debitore di Ambrose Bierce, grande innovatore mai sufficientemente riconosciuto. Non è questa la sede per scrivere di tutto quello che ha creato, ma va citato il fatto che non si sappia dove sia morto e quale sia stato il suo destino: esattamente 100 anni fa, nel 1913, partì per il Messico e non se ne è saputo più nulla. Una ipotesi “autorevole” la trovate nel bel film Old Gringo (1989), dove Bierce è interpretato da Gregory Peck, mentre una ipotesi frizzante e dissacrante (ma neanche tanto!) la trovate nell’horror Dal tramonto all’alba 3 (1999), dove Bierce è interpretato da Michael Parks.
Il suo Dizionario del Diavolo è un gioiello inestimabile. Molti hanno amato raccogliere bon mots, quei motti faceti da far calare ad arte sul tavolo della conversazione, come carte vincenti giocate al momento giusto, ma nessuno ha raggiunto il buon Bierce in qualità. (Marlowe proverà altri “dizionaristi”, ma lo vedremo più avanti.)

Philip José Farmer è un autore titanico e quindi ha spalle forti per reggere delle critiche: è uno di quegli autori che ad una pagina batti le mani fino a spellarti le dita e gridi al capolavoro, quella dopo sei nauseato e vorresti picchiare l’autore con il libro arrotolato! Farmer è così: sa scrivere un testo geniale e un testo orribilmente noioso, e spesso le due cose si ritrovano nello stesso libro. Nessun creatore di mondi ha mai raggiunto il suo livello, e se esistesse l’Inferno sarebbe esattamente come Farmer l’ha descritto.
Nell’Italia di oggi, dimentica di se stessa, Farmer è sconosciuto. L’Italia degli anni Sessanta – che era un Paese diverso – lo scoprì e lo amò per una manciata d’anni. Probabilmente nessuna libreria italiana ha memoria di questo autore, essendo nella stragrande maggioranza dei casi edito in collane da edicola: tutta roba cioè scomparsa nel nulla dopo un mese. Qualcosa da scaffale è uscito per la Nord, ma è tutta roba da collezionisti e bancarellari. (Appartenendo io alla seconda categoria, ho voluto mettere nella foto di copertina alcune chicche farmeriane che mi fregio di possedere.) Niente di pregio, per carità: è semplicemente un autore ignorato da editori e lettori.
Nessuno farà mai una retrospettiva su Philip José Farmer, per questo ho voluto immaginarne una.

Un’ultima cosa su Un giorno di ordinaria bibliofollia. Dopo essere stato stuzzicato da Mauro Smocovich, mi sono seduto alla tastiera e ho scritto il racconto: di getto, in sequenza, senza bozze o piani di scrittura. Nessuno scrittore professionista, o aspirante tale, sottoporrebbe a chicchessia un testo scritto di getto, nato dalla semplice ispirazione del momento: essendo io un non-scrittore, invece l’ho fatto. A parte ovvie correzioni e aggiustamenti, quello che leggete è esattamente quello che ho scritto “in prima bozza”, nella esatta sequenza in cui l’ho scritto.
Andando avanti, ovviamente, le cose si sono complicate e l’ispirazione mi ha tradito spesso. A volte mi sono intortato e solo l’aiuto di Mauro mi ha salvato; altre volte non ne sono uscito e ho lasciato qualcosa indietro (un inedito che pubblicherò qui per la prima volta!) ed ora, arrivato al ventesimo racconto, è una faticaccia… Ma solo quando ci penso!
Posso passare settimane a pensare ai risvolti di trama e intreccio, senza che venga una sola idea. Poi mi metto seduto e le mie dita cominciano a scrivere. Cosa accidenti scrivono? Non lo so, loro riescono a comunicare con una parte di me che io non conosco nemmeno di vista. Io mi affido a loro e non posso dare nessun aiuto, perché posso pensarci fino a sanguinare ma idee non me ne vengono! Le idee sono nascoste da qualche parte, ed escono solo se le dita toccano la tastiera!

Se siete arrivati a leggere fino qui vuol dire un pochino vi ho incuriosito, quindi spero mi seguirete e a presto con il secondo racconto di Marlowe 😉

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su marzo 29, 2013 in Note

 

Tag:

5 risposte a “Note dell’autore 1

  1. temistocle

    marzo 29, 2013 at 8:15 am

    leggere queste note è stato interessante quasi come leggere il racconto. Il “dietro le quinte” di ciò che leggo mi fa sempre piacere. Spesso mi capita di riprendere in mano volumi di racconti di Asimov e di rileggerne… le introduzioni, che sono veri e propri altri racconti fatti e finiti! Quindi, continua così, che un lettore lo trovi sempre!

    Mi piace

     
    • Lucius Etruscus

      marzo 29, 2013 at 8:49 am

      Ovviamente anche solo il fatto di aver nominato il grande Isaac nel mio post mi fa arrossire fino ad esplodere *^_^* Ne ho masticati tanti di saggi brevi di Asimov, e la parte migliore era sempre quella introduttiva, quando rompeva il ghiaccio con un raccontino legato all’argomento da trattare. Quando nel mio piccolissimo scrivo saggi su ThrillerMagazine, cerco sempre di usare quel metodo: cattura subito l’attenzione e incuriosisce al punto giusto da continuare.
      Ti ringrazio dell’apprezzamento e condivido a pieno: adoro i backstage in qualunque forma, sia come contenuti speciali di DVD che appendici finali in cui gli autori svelano i trucchi.

      Mi piace

       
  2. Andrea

    aprile 4, 2013 at 7:56 am

    Complimenti Lucius, con sincerità.
    Come quando te li feci tempo fa…

    Mi piace

     
    • Lucius Etruscus

      aprile 4, 2013 at 12:55 pm

      Grazie, carissimo. Preparati che è imminente la seconda uscita ^_^

      Mi piace

       
      • Andrea

        aprile 4, 2013 at 4:08 pm

        I’m ready for it!! Ti aspetto Lucius!! 🙂

        Mi piace

         

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: